"Figurati se prendiamo una da Palermo", mail inviata per errore scatena polemica

Protagonista della vicenda una giovane laureata in biologia di Ficarazzi, Erminia Muscolino, che aveva richiesto uno stage in un centro in provincia di Pordenone. "Avevo inviato il mio curriculum al Cro di Aviano. Mi è arrivata questa risposta, inviata per sbaglio"

La biologa Erminia Muscolino

"Figurati se andiamo a prendere una da Palermo". E' questa la risposta che una ricercatrice di Ficarazzi ha ricevuto (per errore) dopo essersi candidata per fare esperienza, anche gratis, in un’azienda di Pordenone. La protagonista di questa storia si chiama Erminia Muscolino, ha 30 anni, e sta frequentando la specializzazione in biotecnologia medica e medicina molecolare.

"Prima di terminare un altro corso di alta formazione in ricerca chimica missione Cra che sto seguendo - racconta a Tgr e Rai Sicilia scatenando la polemica - ho mandato vari curricula in centri in Italia che si occupano di ricerca clinica fra cui uno l'ho spedito in provincia di Pordenone in Friuli Venezia Giulia, naturalmente essendo disponibile ad andare fuori anche a titolo gratuito, e per sbaglio ho ricevuto una risposta da questa struttura dove c'era scritto: 'già ricevuta anche io.... Figurati se andiamo a prendere una da Palermo'". 

Non si tratta di una risposta ufficiale del centro di ricerca Cro di Aviano ma di una comunicazione interna arrivata alla biologa per sbaglio. La mail infatti, ha spiegato la biologa, era indirizzata ad un'altra persona ma faceva riferimenti alla sua candidatura. La biologa, anche se si è trattato di un errore, non ha gradito la risposta.

biologa erminia muscolino-2

In una successiva mail, inviata alla biologa, è stato spiegato che quel commento discriminatorio voleva in realtà sottolineare che nessun siciliano avrebbe potuto accettare di lavorare senza compenso, per volontariato, a Pordenone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Una storia allucinante, al limite dell’assurdo, ma accaduta in Italia nel 2019. Da palermitani, non possiamo - dice il capogruppo del Partito Democratico al consiglio comunale di Palermo, Dario Chinnici - che esprimere solidarietà a Erminia Muscolino. La risposta dell’azienda è stata mortificante e offensiva per tutti i giovani meridionali che studiano, si impegnano, si laureano, si specializzano, fanno mille sacrifici grazie al sostegno delle famiglie e poi devono scontrarsi con luoghi comuni ripugnanti che limitano le loro possibilità di realizzarsi e farsi valere nel mondo del lavoro. Ci auguriamo che l’azienda abbia almeno la decenza di chiedere scusa alla ragazza e a tutti i giovani siciliani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, coinvolto il cantante De Martino: morto un sessantenne

  • Dal pizzo alla riffa per la festa di Sant'Anna, commercianti denunciano: 20 fermi al Borgo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Apre a Palermo l'Antica pizzeria da Michele, dopo Napoli è l'unica del Sud Italia

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Firmato nuovo Dpcm con le regole Covid, Musumeci: "Ora controlli costanti delle forze dell’ordine"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento