Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Caffè, patatine e mafia: dal Messico alla Thailandia, business milionario nel nome di Cosa nostra

Spopolano nel mondo attività commerciali con brand che in qualche modo si rifanno all'universo ideologico della criminalità organizzata. On line è possibile anche ricevere i consigli di Mamamafiosa. Il senatore Nicola Morra: "Pesante danno di immagine al Made in Italy"

La catena di ristoranti spagnoli 'La Mafia' ('La Mafia se sienta ala mesa')

E' ormai diventato un business milionario che 'declina' il nome di  Cosa Nostra in ogni genere di prodotto, virtuale e non, legato al mondo dell'agroalimentare. In gergo si chiama "mafia sounding". Si va dal caffè 'Mafiozzo' stile italiano della Bulgaria al vino 'Il Padrino', dagli snack 'Chilli Mafia' della Gran  Bretagna a quelli tedeschi che ispirano la campagna di crowdfunding 'Palermo Mafia shooting' fino alla salsa 'SauceMaffia' che condisce le patatine e quella 'SauceMaffioso' dedicata alla pasta scovate a  Bruxelles.

Il commercio on line fa storia a sé. Su internet è possibile ad  esempio acquistare il libro di ricette 'The mafia cookbook', di Joseph Iannuzzi, anche conosciuto come "Joe Dogs", "Joe Diner" o "Joe  Drywall", membro della famiglia Gambino divenuto informatore dell'Fbi, deceduto nel 2015 da cuoco esperto. Sul portale www.candymafia.com,  invece, si vendono caramelle per tutti i gusti: "Ci chiamiamo CandyMafia perchè tu hai bisogno di una risorsa segreta per trovare i  gusti che davvero desideri", spiegano sul sito. On line è possibile anche ricevere i consigli di Mamamafiosa (www.mamamafiosa.com) con  tanto di sottofondo musicale a tema, una foto e la precisazione di  essere un personaggio immaginario.

Dalla pizzeria 'Il Padrino' alla braceria 'Cosa Nostra', passando per la catena di ristoranti griffati 'Mafia'. Spopolano nel mondo attività commerciali con brand che in qualche modo si rifanno all'universo ideologico della criminalità organizzata. Una moda stigmatizzata dal presidente della Commissione Antimafia, il senatore del M5S Nicola Morra.

"Abbiamo imparato - dice Morra all'Adnkronos - che la banalizzazione del male è tecnica finalizzata a farlo accettare come se fosse 
obbligatorio convivere con lo stesso. Sarebbe il caso di invertire la tendenza e far capire a chi in buona fede commette questi errori che 
mai e poi mai un modello mafioso può diventare, anche semplicemente a livello commerciale, un modello da assumere".

E' il fenomeno del cosiddetto 'mafia sounding', descritto dalla Coldiretti come un "business milionario" che "provoca un pesante danno
di immagine al Made in Italy sfruttando gli stereotipi legati alle organizzazioni mafiose, banalizzando fin quasi a normalizzarlo, un  fenomeno che ha portato dolore e lutti lungo tutto lo Stivale".

E in riferimento all'apertura a Parigi del ristorante 'Corleone by Lucia Riina', Coldiretti cita alcuni casi planetari: "Oltre al caso eclatante della catena di ristoranti spagnoli 'La Mafia' ('La Mafia se sienta ala mesa') in tutto il mondo - sottolinea l'associazione degli agricoltori italiani - dal Messico a Sharm El Sheik, dal Minnesota alla Macedonia si trovano ristoranti e pizzerie 'Cosa Nostra' mentre a Phuket in Thailandia c'è addirittura un servizio take-away".

"Ma nei diversi continenti - rileva ancora la Coldiretti - ci sono anche i locali 'Ai Mafiosi', 'Bella Mafia' e 'Mafia Pizza'. E su internet è possibile acquistare il libro di ricette 'The mafia cookbook', comprare caramelle sul portale www.candymafia.com o ricevere i consigli di mamamafiosa (www.mamamafiosa.com) con sottofondo musicale a tema".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caffè, patatine e mafia: dal Messico alla Thailandia, business milionario nel nome di Cosa nostra

PalermoToday è in caricamento