Liceo Cassarà gemellato con scuola di Montpellier, studenti a Palazzo delle Aquile

In occasione della Giornata celebrativa del Genio, il sindaco Leoluca Orlando ha accolto gli allievi del liceo internazionale Jules Guesde di Montpellier e i ragazzi palermitani del linguistico Cassarà

I ragazzi e i prof a Palazzo delle Aquile con Orlando

In occasione della Giornata celebrativa del Genio,  il sindaco Leoluca Orlando ha accolto a Palazzo delle Aquile gli allievi del Liceo Internazionale “Jules Guesde” di Montpellier e il Liceo linguistico “Ninni Cassarà” di Palermo nell’ambito di uno scambio organizzato dalle professoresse d’italiano di Montpellier, Stefania Gioda e Aurélie Manzano e dalle professoresse di francese di Palermo, Caroline Legavre e Maria Pia Di Vita.

Gli studenti francesi soni ospitati dalle famiglie per una settimana e troveranno ad attenderli un programma ricco di studio, accanto agli allievi sui banchi del Ninni Cassarà, di scoperte culturali seguendo l’itinerario arabo-normanno, tra Palermo, Monreale e Cefalù grazie anche all’aiuto logistico del Comune di Palermo.

Questo scambio è tanto più esemplare in quanto si svolge tra le scuole di due città gemellate dal 2016 e tra allievi che seguono lo stesso percorso di studio franco-italiano, l’EsaBac (alla fine del quale viene rilasciato il doppio diploma Esame di Stato e Baccalauréat).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad aprile gli allievi del Ninni Cassarà andranno a Montpellier e saranno ricevuti dal Sindaco, Philippe Saurel. Per il Sindaco, "la cooperazione tra le città Palermo e Montpellier evidenziata oggi da questo progetto punta ai giovani e al loro futuro lavorativo e prevede, tra l’altro, scambi universitari, culturali, economici, ma anche cooperazione nell’ambito del turismo, soprattutto in un momento in cui il turismo in Sicilia vede una grande presenza di cittadini Francesi e francofoni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

Torna su
PalermoToday è in caricamento