rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Attualità Castelbuono

La "negritudine" del sax eterno di James Senese sbarca a Castelbuono: 77 anni e non sentirli

Leggenda vivente della nostra musica - figlio di un soldato afroamericano e una donna napoletana - si esibirà domani nel paese madonita

Sarà uno dei più grandi fisarmonicisti e bandoneonisti viventi, Richard Galliano ad aprire stasera (15 agosto) alle 22 in piazza Castello, la venticinquesima edizione del Castelbuono Jazz Fest diretto da Angelo Butera.

Domani invece (16 agosto), sempre alle 22 in piazza Castello, ecco invece James Senese; con i suoi 77 anni che sul palco diventano venti, e la sua musica, una dirompente miscela di “negritudine“che unisce stilemi jazz, funk, afro con la radice musicale partenopea; seguendo la scia di James is Back, l’ultimo album, energico e passionale nato dall’esigenza di gridare al mondo che l’amore è la strada giusta da seguire. “Sono cinquant’anni di musica, vera, importante – racconta James Senese -. Più cambia il tempo e più cambio io: è sempre una protesta estrema chiaramente, con un sentimento molto forte, ma è qualcosa che viene compreso immediatamente. Io sono americano e napoletano e questa seconda parte di me è predominante: ho questa voce molto potente, canto in un dialetto che è sentimento e lacrime insieme … la mia musica è la voce di tutti quelli che non possono vivere la vita che vorrebbero”.

Il sax è la sua arma per difendere coloro che nella società si sentono esclusi e inesistenti, per dare voce a chi non ce l’ha: e James Senese mostra energia e sano coraggio per denunciare le realtà più dimenticate. In più di mezzo secolo di carriera, Senese ha attraversato generi, epoche, mode, senza lasciarsi mai corrompere in nome del mercato. I suoi numi tutelari sono Miles Davis e John Coltrane, l’amicizia con Pino Daniele è un tesoro che si tiene dentro. La sua granitica coerenza artistica e intellettuale sono famose come il suono del suo sax. Lo accompagneranno sul palco Lorenzo Campese alle tastiere, Rino Calabritto al basso e Fredy Malfi alla batteria. 

Il Castelbuono Jazz Fest si srotolerà poi fino a domenica prossima: mercoledì (17 agosto) accoglierà la vocalist  Giuliana Di Liberto con un progetto sul cantautorato genovese; e giovedì l’omaggio a Carosone di Peppe Servillo con il  Solis String Quartet. Poi 19 e 20 agosto sarà di scena il jazz siciliano con tanti ospiti; si chiude domenica  con la grande festa dei maestri e degli allievi della masterclass. Biglietti: 17/7 euro compresa prevendita.

Castelbuono Jazz, il programma

15 – 21 agosto | piazza Castello | ore 22

 15/8  RICHARD GALLIANO | Passion Galliano

16/8  JAMES SENESE | James is Back

17/8  GIULIANA DI LIBERTO | Jazz per Tenco e De Andrè

18/8  PEPPE SERVILLO &  SOLIS STRING QUARTET | Carosonamente

19 – 20 – 21 agosto | piazza Castello | ore 22

JAZZ ITALIA

 19/8  -- I SOLISTI

STEFANO DI BATTISTA - FLAVIO BOLTRO

GIACOMO TANTILLO  - CLAUDIO GIAMBRUNO

Giovanni Conte  Diego Tarantino Paolo Vicari

20/8 -- La Notte dei FUORICLASSE

Piccola Orchestra CJF diretta da Antonio Zarcone

Sebastiano Alioto, Stefano India, Egidio Di Bartolo

con Roy Paci, Francesco Buzzurro, Gianni Gebbia,

Nicola Giammarinaro, Giuseppe Milici, Giuliana Di Liberto.

21/8  -- Festa di chiusura  dei maestri  e degli allievi della Masterclass

Le informazioni

Concerti dal 15 al 21 agosto, ore 22 in piazza Castello.

Biglietti: 17-7 euro compresa prevendita su TicketOne

Info e prenotazioni: 091335566.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "negritudine" del sax eterno di James Senese sbarca a Castelbuono: 77 anni e non sentirli

PalermoToday è in caricamento