Lunedì, 17 Maggio 2021
Attualità Sperone / Via Messina Marine

Via la plastica dalla spiaggia di Romagnolo, Palermo aderisce alla giornata di raccolta nazionale

L'iniziativa, organizzata da Flowe e dalla onlus Plasticfree, si terrà domenica 18 aprile. L'appuntamento in città è fissato in via Messina Marine, incrocio via Diaz, alle 9.30. In Provincia partecipano Cefalù e Termini Imerese

Palermo, Cefalù e Termini Imerese domenica 18 aprile parteciperanno alla Giornata nazionale dedicata alla raccolta della plastica organizzata da Flowe, la società benefit del gruppo bancario Mediolanum, e dalla onlus PlasticFree. L'obiettivo dell'iniziativa è ripulire le spiagge e le città. Sono 26 le località siciliane coinvolte, 150 in tutta Italia. A Palermo i volontari ripuliranno la Costa Sud. Per chi volesse partecipare l'appuntamento è alle 9.30 in via Messina Marine, altezza via Armando Diaz. A Cefalù invece il raduno è alle 10 sul lungomare Giardina “prima scala”. Infine a Termini i volontari si ritroveranno in contrada Canne Mosche, in zona Centrale Enel, alle 9:30.

“Partecipazione, formazione, informazione e crescita sono le parole chiave di quest’attività, che riproponiamo per la seconda edizione (la prima a settembre 2020) a meno di un anno dalla nascita di Flowe”, spiega Ivan Mazzoleni, cultural energy orchestrator (Ceo) di Flowe. “Abbiamo sempre meno tempo - continua Mazzoleni - per renderci conto dell’imminenza e portata della crisi ambientale e il target più sensibile è oggi quello dei giovani, che stiamo cercando di coinvolgere sempre più perché si renda protagonista di un reale cambiamento. Insieme a noi moltissime realtà, prima fra tutte zeroCO2, che condividono i nostri valori e la nostra visione del mondo e della società”.

Gli eventi sono parte di “Revolution”, un ricco palinsesto di iniziative “per una rivoluzione sostenibile” che Flowe, in partnership con la società benefit zeroCO2, ha voluto lanciare in occasione della Giornata della Terra del 22 aprile. “Il primo passo per ambire a un pianeta più sostenibile ed equo - dichiara Andrea Pesce, Ceo e founder di zeroCo2 - è la sensibilizzazione. Revolution è un progetto che vuole alimentare la consapevolezza che ogni singola persona, ogni giorno, può fare qualcosa per il pianeta. Con Revolution vogliamo dare un contributo positivo alla necessità di affrontare responsabilmente la situazione climatica e ambientale. Tramite l'esempio e la formazione, che è il motore della sostenibilità, conclude - vogliamo creare un dibattito che stimoli l'interesse e il senso critico”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via la plastica dalla spiaggia di Romagnolo, Palermo aderisce alla giornata di raccolta nazionale

PalermoToday è in caricamento