"Terremoto, come siamo messi a Palermo?": ecco i gazebo della giornata della prevenzione sismica

Sette punti informativi per promuovere la conoscenza del grado di rischio sismico degli edifici e delle agevolazioni finanziarie sfruttabili per le opere migliorative. Anche a Palermo e in quattro comuni della provincia domenica 30 settembre c’è “Diamoci una scossa”

Sette punti informativi per promuovere la conoscenza del grado di rischio sismico degli edifici e delle agevolazioni finanziarie sfruttabili per le opere migliorative. Anche a Palermo e in quattro comuni della provincia domenica 30 settembre c’è “Diamoci una scossa”, evento-prologo della campagna nazionale di prevenzione sismica promossa dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri, dal Consiglio Nazionale degli Architetti e da Fondazione Inarcassa.  

Una giornata di sensibilizzazione rivolta ai cittadini durante la quale professionisti esperti della materia forniranno informazioni sulla sicurezza dei fabbricati e sui benefici fiscali (“sisma bonus”) per interventi volti a migliorare il comportamento sismico delle strutture. Ai gazebo anche alcuni ingegneri impegnati nel processo di ricostruzione delle zone del centro Italia colpite dalle scosse del 2016 e del 2017.

E sempre da domenica, fino al 20 ottobre, i proprietari di immobili, gli affittuari e gli amministratori di condominio potranno richiedere, tramite il portale www.giornataprevenzionesismica.it, sopralluoghi tecnici che saranno effettuati nel “Mese della prevenzione sismica”, indetto per novembre, dagli ingegneri e dagli architetti che partecipano all’iniziativa come volontari.

Tre i punti informativi previsti nel capoluogo: dalle 9 alle 20 in corrispondenza del civico 7 di via Libertà e dalle 16 alle 20 presso i centri commerciali Forum e Conca d’Oro. Altri quattro infopoint saranno attivi dalle 9 alle 13 a Monreale (piazza Guglielmo II), Vicari (piazza Paolo Borsellino), Termini Imerese (piazza Duomo) e Carini (piazza Duomo).

“La cultura della prevenzione e della sicurezza sono due cardini della mission portata avanti dagli ordini professionali – sottolinea Vincenzo Di Dio, presidente degli Ingegneri di Palermo – e per questo il consiglio del nostro ordine ha deciso di dare pieno sostegno all’iniziativa, con una partecipazione attiva alle diverse fasi del programma. Mettendo a disposizione le competenze tecniche dei nostri iscritti vogliamo contribuire a stimolare le coscienze dei cittadini affinché si diffonda la consapevolezza che intervenire per ridurre il rischio sismico degli immobili, dove e quando necessario, può evitare situazioni di emergenza che a volte mettono in pericolo la vita stessa delle persone”.

La prima “Giornata nazionale della prevenzione sismica” e il “Mese della  prevenzione sismica” hanno il patrocinio di Inarcassa e il sostegno scientifico del Consiglio superiore dei Lavori pubblici, del dipartimento Protezione Civile (presidenza del Consiglio dei ministri), della Conferenza dei Rettori delle Università italiane (Crui) e della Rete dei laboratori universitari di Ingegneria sismica (Reluis). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

Torna su
PalermoToday è in caricamento