L'idea di una scuola di Cefalù: giornale interamente realizzato in formato Whatsapp

E' la prima volta in Italia. Il nome è "L'altro punto di vista" e a crearlo è una redazione formata da studenti dell'istituto Del Duca - Diego Bianca Amato

La scuola di Cefalù

E' stato distribuito stamattina per la prima volta in Italia il primo numero di un giornale interamente realizzato in formato WhatsApp. A idearlo e realizzarlo una redazione formata da studenti che vuole raccontare giornalisticamente la propria scuola e la società, servendosi dello strumento di comunicazione più diffuso fra i giovani.

Il nome è 'L'altro punto di vista' e a crearlo è una redazione formata da studenti dell'istituto 'Del Duca - Diego Bianca Amato' di Cefalù (Palermo), guidato dal dirigente scolastico Francesco Di Majo. Il giornale sarà distribuito gratuitamente in pochi minuti a migliaia di lettori che saranno raggiunti via whatsapp. Oltre a finire sui telefonini di docenti e genitori della scuola, infatti, sarà inviato da tutti gli studenti ai loro contatti telefonici.

"Osserveremo la scuola e la società con i nostri occhi - si legge nell'editoriale a firma del giovane direttore Gabriele Azza - e vogliamo raggiungere studenti, docenti e genitori via WhatsApp favorendo dibattiti e confronti". La redazione è formata da uno studente per ognuna delle classi dei plessi dei quali si compone la scuola: liceo artistico, liceo scientifico, istituto tecnico per il turismo e istituto tecnico marketing finanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

Torna su
PalermoToday è in caricamento