rotate-mobile
Cinema

Ficarra e Picone ricordano Francesco Rosi nel centenario della nascita: "Un maestro"

I due attori palermitani: "Figure come il regista restano sempre dentro di noi, per poi venir fuori quasi naturalmente, quando meno te lo aspetti..."

"Maestri del cinema come Francesco Rosi restano sempre dentro di noi, per poi venir fuori quasi naturalmente, quando meno te lo aspetti...". Così rispondono Salvo Ficarra e Valentino Picone all'Adnkronos, in occasione del centenario di nascita del regista, che firmò tra i suoi film di maggiore successo e impatto 'Le mani sulla città', una denuncia della corruzione politica.  

Tema affrontato, con toni meno drammatici ma non per questo meno incisivi, da Ficarra e Picone nel film 'L'ora legale'... "Certo - confermano i due attori palermitani - come guardammo anche all'esperienza cinematografica di Mario Monicelli. E' un bene continuare a indagare e descrivere, ciascuno con il suo stile, la crudezza della realtà mantenendo uno sguardo sferzante".  

Stesso sguardo, osservano, che "ha avuto Vincenzo Pirrotta, nel film che ha diretto e interpretato, 'Spaccaossa', su un fatto di cronaca avvenuto a Palermo", film presentato a Venezia, illustrato iggi alla Casa del Cinema a Roma e dal 24 novembre nelle sale, con anteprime nella capitale, a Milano e a Palermo, di cui Salvo Ficarra e Valentino Picone firmano la sceneggiatura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ficarra e Picone ricordano Francesco Rosi nel centenario della nascita: "Un maestro"

PalermoToday è in caricamento