Virus, Algida e Croce Rossa "alleate" per donare dolci e gelati alle famiglie più deboli

Le due realtà hanno unito le forze per aiutare le persone rese economicamente più fragili dall'epidemia di Coronavirus. L'iniziativa in Sicilia, Sardegna e Puglia

Un’alleanza all’insegna della solidarietà e della dolcezza quella tra Unilever, Algida (brand di gelati del gruppo) e Croce Rossa Italiana con l’obiettivo di offrire un contributo concreto ma anche un momento di piacere e un assaggio di estate a famiglie in difficoltà e volontari impegnati ogni giorno nell’emergenza Covid-19.

Volontari del team Algida e della Croce Rossa italiana hanno operato insieme per consegnare 1.500 pacchi con beni alimentari di prima necessità a famiglie bisognose residenti in Sicilia, Sardegna e Puglia e per donare un momento di ”felicità condivisa”, da sempre missione dell’iconico brand italiano di gelati. I collaboratori Algida si sono, infatti, trasformati in gelatai “on the road” per distribuire dolci e gelati alle famiglie meno fortunate, insieme ai pacchi con gli altri generi alimentari.

L’impegno di Algida era iniziato sin dai primi giorni dell’emergenza, quando erano stati distribuiti a volontari e personale medico sanitario oltre 100.000 tra snack dolci e gelati, come piccolo gesto simbolico per donare un momento di sollievo e di normalità a chi operava in prima linea. E ora è il momento della consegna dei pacchi solidali, attualmente in corso in questi giorni nelle tre regioni del Sud Italia, fra le più in difficoltà a livello socio-economico a causa di questa emergenza.

L’iniziativa è un’ulteriore testimonianza dell’impegno e della voglia di Unilever Italia di dare il proprio contributo in tutte le fasi di questa pandemia, sempre al fianco della Croce Rossa Italiana. La collaborazione è infatti nata nei  primi giorni dell’emergenza, con la donazione di oltre 25 mila prodotti presidio medico-chirurgici Lysoform, utili alle necessità di igiene e disinfezione nelle quotidiane attività di volontariato e di supporto alle strutture sanitarie nazionali svolte da Croce Rossa Italiana. A queste donazioni si erano anche aggiunte quelle di  oltre 165 mila prodotti alimentari, utili per aiutare decine di migliaia di connazionali nelle prime settimane di difficoltà. 

“In un momento così difficile abbiamo ritenuto importante non solo donare beni alimentari essenziali ma anche un po' del nostro tempo e nella speranza di poter offrire  un momento di felicità e di normalità  attraverso i nostri gelati Algida, da sempre legati a momenti di piacere, di gioia da condividere con gli amici e con i propri cari - ha commentato Alessandro Alaimo Di Loro, Channel & Category OOH Leader di Unilever Italia - I valori del nostro brand e del gruppo Unilever ci hanno naturalmente ispirato nelle azioni all’insegna della solidarietà condotte dall’inizio della pandemia e siamo onorati di poter affiancare  lo straordinario lavoro della Croce Rossa Italiana”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Vogliamo ringraziare il gruppo Unilever che sin dall’inizio dell’allerta coronavirus ha mostrato generosità, attenzione e capacità di modulare il proprio supporto a seconda delle esigenze del momento - sottolinea Roberta Fusacchia, direttore operations della Croce Rossa Italiana – Questa è un’emergenza lunga e complessa in cui abbiamo visto mutare le necessità della popolazione, passando da una fase in cui le priorità erano di carattere prettamente sanitario a una in cui sono emerse anche forti criticità sociali. Poter distribuire alle famiglie in difficoltà non solo beni di prima necessità ma anche un assaggio di normalità, simbolicamente rappresentato dai gelati Algida, è un segnale importante nel percorso di superamento dell’emergenza che speriamo di poter raggiungere insieme il prima possibile”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento