Contro le mafie, il 23 maggio in diretta web la sesta edizione di "Capaci di crescere"

Un appuntamento su giovani e legalità che nel giorno in cui ricorrerà l'anniversario della strage di Capaci riunirà, con il patrocinio della Fondazione Falcone, alcune voci istituzionali

Per il sesto anno consecutivo Fondazione Ebbene promuove “Capaci di crescere”, l’appuntamento su giovani e legalità, che il 23 maggio riunirà con il patrocinio della Fondazione Falcone alcune voci istituzionali al Polo Educativo Villa Fazio di Librino, ricordando il 28°anniversario della Strage di Capaci e sostenendo tutte le azioni di contrasto alle Mafie. 

Anche la nuova edizione doveva essere una grande festa raccogliendo - come gli anni scorsi - centinaia di giovani che dal cuore di Librino scelgono di essere promotori e costruttori di legalità. L’emergenza Covid-19 ha cambiato il programma, ma al contempo rafforzato il bisogno di dimostrare che le Mafie si combattono partendo dai giovani, educandoli alla legalità e promuovendo modelli di rigenerazione dei territori che si reggono su un’economia libera e sostenibile. 

"Proprio adesso che il Paese sta vivendo una nuova crisi - dichiara Edoardo Barbarossa, Presidente di Fondazione Ebbene - serve continuare a diffondere legalità perché è nella povertà e nella crisi che le Mafie costruiscono il proprio impero, nutrendosi della paura e del bisogno dei più fragili". 

L’appuntamento, organizzato nel rispetto di tutte le misure emanate dall’Ordinanza regionale, si aprirà alle 10.30 con un momento commemorativo attorno all’albero Falcone, posizionato all’ingresso del Polo Educativo Villa Fazio, bene sottratto alla mafia e diventato simbolo di legalità e riscatto sociale.

A seguire le Istituzioni presenti leggeranno alcuni messaggi raccolti in questi giorni con la campagna “Capaci di crescere venti20”, con la quale i promotori hanno chiesto ai cittadini e istituzioni di descrivere attraverso un video messaggio come si combattono le mafie. Una scelta precisa, quella di affidare la lettura di questi pensieri alle Istituzioni, un invito a continuare ad essere portatori e promotori di azioni che contrastano illegalità e ingiustizia sociale. 

Tutto l’appuntamento sarà trasmesso in diretta sui canali di Fondazione Ebbene per raggiungere anche sul web i tanti giovani che in questi anni sono stati coinvolti in percorsi di legalità; un modo per continuare a riempiere i loro cuori e le loro menti degli insegnamenti trasmessi da Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e da tutte le vittime di mafia. Ѐ ancora possibile partecipare alla lunga maratona video che ci accompagna verso il 23 maggio. 

Per aderire alla campagna basta scrivere su un foglio A4 #CapaciDiCrescere, registrare un video messaggio max di 1 minuto rispondendo alla domanda: Come si sconfiggono le Mafie? Chiudere il video con la frase: “Insieme siamo Capaci di crescere” e inviarlo a info@ebbene.it. La campagna è inoltre attiva su Vidoser, con una challenge dedicata, per partecipare occorre scaricare l’app. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Capaci di crescere” è organizzato in collaborazione con il Consorzio Sol.Co., il Centro di Prossimità Mosaico, le associazioni C’era Domani Librino e Spazio 47, la cooperativa sociale Team, l’Istituto Regionale di Istruzione Secondaria Superiore “Francesca Morvillo"e Vidoser. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento