Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

La spesa per chi non può fare la spesa: a Palermo la colletta alimentare

Sabato 24 novembre si terrà in tutta Italia (c'è anche Palermo) la dodicesima edizione della Giornata nazionale della Colletta alimentare. In oltre 13 mila supermercati, 145 mila volontari inviteranno a donare alimenti che verranno distribuiti a 8.042 strutture caritative

Sabato 24 novembre si terrà in tutta Italia la dodicesima edizione della Giornata nazionale della Colletta alimentare, promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. In oltre 13 mila supermercati, 145 mila volontari inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione, che nei mesi successivi verranno distribuiti a 8.042 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano più di 1.580.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 140 mila bambini.

In tutta la Sicilia il Banco Alimentare della Sicilia Onlus e il Banco Alimentare Sicilia Occidentale Onlus aiutano 226.780 persone attraverso le 725 strutture caritative convenzionate. Di questi 42.138 sono bambini da 0 a 15 anni, 172.569 persone da 15 a 65 anni e 12.073 è il numero degli assistiti sopra i 65 anni.

"La povertà - si legge in una nota - oggi in Italia è fenomeno gravissimo e in crescita, confermato anche dai dati ISTAT e dal Rapporto Caritas) e richiede forme di intervento e solidarietà immediate. In questo contesto, Banco Alimentare vuole rispondere a una esigenza elementare, quella del cibo. Facendo questo, sviluppa una importante funzione sociale e insieme educativa. Aiuta tante associazioni che aiutano le persone in difficoltà e contribuisce a creare una mentalità che - per usare le parole di Papa Francesco - si oppone alla cultura dello scarto e alla indifferenza e diffonde un’idea di società che mette al centro il valore della persona e della solidarietà. La povertà deve essere affrontata avendo davanti le persone che ne sono vittime, non può essere risolta radicalmente dalla consegna, se pure utile, di un “sussidio”. Gli operatori del Terzo Settore creano relazione con gli indigenti e le famiglie, attraverso il loro intervento specifico e questo apre cammini di inclusione".

"La sfida siciliana - concordano entrambi i presidenti del Banco Alimentare, Pietro Maugeri e Santo Giordano - è quella di riuscire a raccogliere 800 mila pasti nel giorno della #Colletta2018 che si svolgerà in 1.225 punti vendita dell’Isola. In ogni supermercato ci saranno i nostri volontari - ce ne sono 13.500 in tutta la Sicilia - con l’inconfondibile pettorina gialla che inviteranno a donare. Qualunque gesto, anche il più piccolo, sarà prezioso e insostituibile”.

In più quest’anno si potrà partecipare alla Colletta facendo la spesa On-Line. Il servizio, che è attivo da giovedì 22 novembre e lo rimarrà fino a lunedì 26 novembre, è stato attivato per favorire chi non può andare al supermercato di sabato. Per accedere basta collegarsi al sito www.collettaalimentare.it e scegliere la catena di distribuzione preferita. Gli alimenti di c’è più bisogno sono quelli per i più piccoli, ma servono anche: olio, legumi, tonno in scatola, riso, sughi e pelati e biscotti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La spesa per chi non può fare la spesa: a Palermo la colletta alimentare

PalermoToday è in caricamento