rotate-mobile
Venerdì, 31 Maggio 2024
Il contest

Città della Pizza, due palermitani e un bagherese accedono alla fase nazionale

Si è svolta nel capoluogo siciliano terza tappa del tour del concorso italiano dedicato alla preparazione di uno dei piatti più amati al mondo

Mario Di Carlo del ristorante La Dolce Vita di Palermo, Francesco Lo Galbo di N'farinati (Bagheria) e Alberto Maimone di Dumbolone (Milazzo) sono i tre vincitori della terza tappa del tour nazionale "La Città della Pizza" che si è svolta a Palermo. Accedono al ripescaggio nazionale con la  possibilità di entrare a far parte de "La Città della Pizza 2023" anche Giovanni Glorioso di Fermento (Palermo) ed Ettore Alemanni di Kalavrì Anima e Pizza (Catanzaro).

Quella in corso è la settima edizione de "La Città della Pizza", format che da anni costituisce un irrinunciabile appuntamento per appassionati e addetti ai lavori. Dopo Milano e Firenze, è stato il turno di Palermo, la terza delle 5 tappe in altrettante città italiane, che sta costruendo la squadra di pizzaioli presente al grande evento di Roma (20-21-22 ottobre). A Palermo la gara è stata ospitata dall’Accademia Lo Piccolo, in Via Ruggero Marturano 18, punto di riferimento per il settore professionale della ristorazione.

Le pizze dei 30 concorrenti, provenienti principalmente da tutta la Sicilia e dalla vicina Calabria, sono state valutate da una giuria che, oltre alla presenza di Luciana Squadrilli ed Emiliano De Venuti, in questo caso presidenti di iugria, ha potuto schierare maestri della pizza come Daniele Vaccarella e Massimiliano Lecat, affiancati dai giornalisti Davide Visiello e Salvatore Spatafora.

Un panel attento ed esperto che alla fine ha decretato i tre vincitori: Maimone ha presentato come cavallo di battaglia “La Decisa” preparata con fior di latte di latte ragusano, porcino del campesino saltato, datterino giallo, vellutata di rucola e noci, pancetta fragrante, noci grattugiate, basilico nero, olio extravergine di oliva – monovarietale di tonda iblea; Lo Piccolo ha conquistato la giuria con “Terra Mia” con crema di bufala e panna, prosciutto cotto alle erbe aromatiche, pomodorino secco sott’olio, burrata, ciliegino di fior di latte, pesto di rucola, crema di cipolla caramellata, mandorle tostate, filetti di peperoncino, olio extravergine di oliva monovarietale di tonda iblea; Di Carlo si è garantito la finale con “Sfilatino Palermitano”, ripieno di salsa di pomodoro, melanzane globose fritte, prosciutto cotto, fior di latte, basilico; all’uscita stracciatella di fior di latte, mandorle tostate.

Tutti i pizzaioli vincitori, così come gli altri, si sono sfidati anche sulla preparazione della pizza tradizionale Margherita/Marinara preparate con i prodotti presenti in dispensa: pomodori pelati, fior di latte, farina, olio extravergine di oliva. Chiusa la sfida di Palermo, si parte per la quarta tappa del tour nazionale, lunedì 29 maggio a Napoli. Chi vuole iscriversi può farlo andando sul sito www.lacittadellapizza.it, compilando il form e inviando la propria candidatura.

"Questa tappa siciliana è stata per noi una grande sorpresa. - racconta Emiliano De Venuti, ideatore de La Città della Pizza -. Tutti i concorrenti, anche quelli molto giovani, hanno dimostrato grandi capacità e maestria. È stato bello constatare che gran parte delle proposte presentate puntasse a valorizzare e raccontare la propria terra, attraverso gli ingredienti e il richiamo alle tradizioni locali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città della Pizza, due palermitani e un bagherese accedono alla fase nazionale

PalermoToday è in caricamento