rotate-mobile
Attualità

Grande festa a Caltavuturo per i 100 anni della confraternita di San Calogero

Delegazioni da tutta la Sicilia e dalla Calabria per rendere omaggio al monaco eremita

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un fine settimana all’insegna del santo eremita, fra i più venerati in Sicilia. San Calogero è stato al centro delle celebrazioni organizzate dall’omonima confraternita di Caltavuturo che, seppure con un anno di ritardo, a causa della pandemia, ha festeggiato lo scorso fine settimana i 100 anni dalla fondazione. Tra sabato e domenica sono giunti nel Comune madonita, oltre a migliaia di fedeli, anche tantissime delegazioni di confraternite e comitati dedicati al monaco eremita, da tutta la Sicilia e anche dalla Calabria.

Dal comune messinese di Frazzanò sono arrivate anche le reliquie, che sono state esposte nella Chiesa Madre. “Abbiamo avuto il piacere di celebrare un evento unico e molto significativo per la nostra comunità, il centenario della confraternita di San Calogero – afferma il sindaco Salvatore Di Carlo – mi complimento con tutti gli organizzatori e con la confraternita in particolare che sta portando avanti un percorso capace di creare attorno alla figura del Santo un turismo religioso alternativo al solito mordi e fuggi” “Pur non essendo il nostro santo patrono, San Calogero è molto venerato da tutti i caltavuturesi e da tantissimi fedeli che ogni anno vengono qui per percorrere il cammino del Santo – afferma il governatore della confraternita Calogero Castellana – Sono state presenti quindici delegazioni di comitati e confraternite per continuare a fare rete e costruire in Sicilia dei percorsi di sviluppo del turismo religioso legato a San Calogero”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande festa a Caltavuturo per i 100 anni della confraternita di San Calogero

PalermoToday è in caricamento