rotate-mobile
Attualità

Un hashtag contro l'aumento del prezzo dell'energia: a Palermo luci spente a casa e al ristorante

Si allarga la battaglia dei commercianti contro il caro bollette. Dopo l'iniziativa di Moltivolti, #blackoutdinner arriva non solo nei locali ma anche in famiglia. "Non spegnete il nostro lavoro"

Palermo spegne le luci per accendere i riflettori sul caro bollette. Dopo la protesta messa in campo da Moltivolti contro il rincaro dell'energia elettrica, molti ristoratori palermitani hanno deciso di aderire all'iniziativa "Spegniamo le luci per non spegnere il lavoro", che prenderà vita questa sera a partire dalle 20. Promotore dell'iniziativa è Andrea Graziano di Fud Bottega Sicula.

Aperitivi e cene al buio con i tavoli illuminati solo dalle luci delle candele. Sposare la causa e partecipare è semplice. Basta scrivere in un foglio l'hashtag #blackoutdinner e metterci la faccia scattandosi una foto o facendosi un video da postare sui propri social. Dopo l'adesione si passa all'azione, lavorando per un'ora a lume di candela e condividendo gli scatti della serata. 

Un grido di allarme silenzioso contro i rincari che in alcuni casi arrivano a toccare punte del 300%, rendendo così sempre più difficile alzare ogni giorno le saracinesche. E se in tutta Italia sono già oltre 500 i ristoratori che hanno deciso di lanciare il proprio grido di allarme, tanti sono i titolari di locali di Palermo e provincia che hanno già dato la loro adesione. Da Villa Costanza al Nautoscopio e Nova, passando per l'Enosteria Sicula, la pizzeria Rifugio Normanno di Monreale, Menefod di Termini Imerese, l'Antica Focacceria dal 1856 e la Trattoria da Dario di Bagheria. Servizio a lume di candela anche tra i pelosi felini di Nero Miciok.

"L'aumento è veramente è importante e impegnativo - dice Marco Durastanti di Villa Costanza a PalermoToday - parliamo del 150% in più. Ma quello che ci preoccupa maggiormente è che non dovrebbe essere temporaneo. Le indicazioni a riguardo sono sconfortanti. Abbiamo deciso di aderire perché già il momento è veramente complicato, con alti e bassi legati alla pandemia. Questo ulteriore problema si va ad aggiungere agli altri". Un'iniziativa simbolica che ha avuto una buona risposta anche da parte dei clienti. "In molti ci hanno sostenuto - aggiunge il titolare del ristorante di via Pietro Bonanno - e tanti aderiranno anche da casa spegnendo le luci delle loro abitazioni. E' chiaro però - tiene a far presente - che dobbiamo dubito cercare delle alternative. Servono risposte immediate. Stiamo così facendo un'analisi sul fotovoltaico per uno sviluppo sostenibile sia a livello ambientale che economico". 

VIDEO | Ballarò, cena a lume di candele contro l'aumento del prezzo dell'energia: "Rischiamo di non farcela"

Comunicare le difficoltà presenti rappresenta, così, una delle poche armi per combattere. Lo sa bene anche Fulvio Morgano, del ristorante Nova. "Ci siamo ritrovati in bolletta dall'oggi al domani un aumento di quasi il 35%, nonostante consumiamo di meno. In questo momento storico di grosse difficoltà legate al Covid, questo aumento spropositato delle utenze non è assolutamente giustificato. Lo Stato invece di tutelare le aziende, in questo modo, le affossa del tutto. Per sopravvivere dovremmo aumentare prezzi, ma la gente ha già enormi difficoltà. Anche aderire alla protesta non è facile perché i nostri locali vivono di luce, ma lo facciamo per farci sentire". 

Difficoltà riscontrate anche da Francesco Carnevale di Balata e le Terrazze del Sole che, proprio per il periodo complicato vissuto tra feste natalizie stroncate dalle restrizioni anti Covid e l'aumento di bollette e forniture, ha preso qualche giorno di pausa prima di riattaccare la spina. "Abbiamo riscontrato aumenti pazzeschi nelle bollette - dice - praticamente il doppio. Se prima si attestavano intorno ai 2 mila euro, adesso siamo arrivati a 4 mila. Una situazione insostenibile soprattutto dopo i cali dovuti ad aperture e chiusure di questi ultimi due anni. Proviamo a ricaricarci per affrontare al meglio il futuro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un hashtag contro l'aumento del prezzo dell'energia: a Palermo luci spente a casa e al ristorante

PalermoToday è in caricamento