Alfieri, re e regine invadono l’aeroporto per "Scacchi in volo"

Scacchiere giganti e da tavolo si sono materializzate nello scalo. Tanti i viaggiatori che ne hanno approfittato per giocare una partita. Presenti anche degli istruttori che, con la loro esperienza, hanno dato consigli utili agli interessati

Per due giorni l'aeroporto di Palermo è stato "invaso" da torri, re e regine. La manifestazione "Scacchi in volo", ideata dal centro scacchi Palermo con la collaborazione della Gesap e di Turismosicilia, ha fatto sì che nello scalo cittadino si materializzassero scacchiere giganti e da tavolo. Tanti i viaggiatori che, passando da lì, hanno voluto fermarsi a giocare una partita. Presenti anche degli istruttori che, con la loro esperienza, hanno dato consigli utili agli interessati.

Domenica è stato il turno del torneo rapid fide che si è svolto nell’incantevole terrazza vista mare, situata a fianco della hall partenze. I giocatori si sono dati battaglia per 7 turni, al termine dei quali a vincere è stato il maestro palermitano Girolamo Valguarnera. Il podio continua con Salvatore Greco e Andrea Amato. I premi di fascia sono andati a: Adalberto Cino (primo Under 16), Francesco Miosi (primo 1500-1699), Laura Gueci (prima donna), Giulio Lo Presti (primo under 12), Gianluca Bonanno Consiglio (primo 1700-1799), Giuseppemattia Ciccia (primo sotto i 1500), Marco Lo Piccolo (primo under 10), Mattia Pagano (primo under 8).

Sono ben 54 gli scacchisti accorsi per il torneo da Palermo e provincia. Oltre agli adulti, c'è stata una massiccia partecipazione anche di giovani di età compresa fra i 6 ai 16 anni. “Questa per noi è una grande vittoria, una scommessa che ci siamo posti nel tempo. Abbiamo lavorato molto nelle scuole - spiega Riccardo Merendino, presidente del centro scacchi Palermo - con la convinzione che gli scacchi fossero un formidabile strumento di aggregazione ma anche di crescita.” L’associazione, infatti, punta molto sui più piccoli. “In campo nazionale - continua Merendino - il nostro settore giovanile è il terzo in Italia, con successi soprattutto nelle fasce di età più bassa, con bambini di 6 o 7 anni che sono campioni a livello nazionale”. 

Si tratta di un iniziativa mai realizzata prima in Sicilia, con un solo precedente in Italia presso l’aeroporto di Roma. Un evento innovativo che ha avuto lo scopo di diffondere il gioco degli scacchi nell’Isola. La realizzazione del progetto è stata resa possibile grazie a Turismosicilia, associazione impegnata nella promozione del turismo culturale che ormai coopera da anni con il Centro Scacchi. “L’idea è quella di portare gli scacchisti in luoghi sempre nuovi e importanti per il nostro territorio - spiega Angelica Tantillo, presidente di Turismosicilia - facendoli uscire dai circoli e dando testimonianza dell’importanza del gioco”.

Nel corso della mattinata di ieri, la sala vista mare ha ospitato anche una riunione del consiglio direttivo del comitato scacchistico siciliano che, in una prestigiosa location, ha dettato le linee guida per gli scacchi in Sicilia nel prossimo futuro. 

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

  • Sognando la villa con piscina a Mondello, costi e tempi per averne una in giardino

I più letti della settimana

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, frontale fra due furgoni: grave un quarantenne

  • Turista denuncia sera da incubo alla Vucciria: "Trascinata in auto e palpeggiata"

  • Cantante neomelodico oltraggia Falcone e Borsellino su Rai2: scatta indagine interna

Torna su
PalermoToday è in caricamento