rotate-mobile
Musica

"19 luglio", la canzone per ricordare la strage di via D'Amelio del rapper-poliziotto palermitano

Classe '90, Sebastiano Vitale in arte Revman, vive a Milano dove lavora come agente per mantenere ordine e sicurezza e nel tempo libero scrive i suoi pezzi

Si chiama Revman, il rapper poliziotto palermitano impegnato nella lotta contro la mafia che ha appena lanciato il suo singolo "19 luglio" per ricordare uno degli eventi più tragici della storia italiana: la strage di via D'Amelio, in cui perse la vita il giudice Borsellino.

Il video di "19 luglio" di Revman

L'artista-agente utilizza la sua musica rap per sensibilizzare il pubblico sul tema della mafia. Attraverso i suoi testi e i laboratori musicali che tiene nelle periferie di tutta Italia, l'artista coinvolge i giovani e promuove un messaggio di impegno e legalità. "19 luglio" è un brano che emana un sincero senso di responsabilità, riscatto e richiamo alla realtà in cui alcune persone cercano di imporsi con prepotenza.

Il poliziotto rapper ricorda la strage di via D'Amelio, un atto criminale che ha sconvolto la vita di molte persone e ha spinto tutti ad adottare un atteggiamento di lotta contro la violenza e le intimidazioni. L'obiettivo del rapper della legalità è sensibilizzare le nuove generazioni su questa storia dolorosa affinché non si ripetano tragedie simili. Per questo motivo ha scelto di pubblicare il brano nei giorni precedenti l'anniversario dell'attentato, invitando il pubblico a riflettere sulle emozioni e i pensieri che un uomo come Borsellino poteva provare. 

Il rapper della polizia di stato, con la sua dedizione nella lotta contro la mafia, è consapevole delle sfide e delle difficoltà che si incontrano lungo il cammino. La sua musica rappresenta uno strumento per combattere l'omertà e le ingiustizie perpetrate dalla criminalità organizzata. L'artista lancia un appello alle nuove generazioni: "Unisciti a noi nella lotta contro la mafia, rifiuta l'omertà e l'indifferenza. La tua voce conta e insieme possiamo fare la differenza". Il singolo "19 luglio" di Revman è disponibile su YouTube e su tutte le piattaforme musicali digitali.

Chi è Revman?

Sebastiano Vitale, noto come Revman, è un rapper, cantautore e agente scelto della polizia di stato. Nato il 9 aprile 1990 a Palermo, ha dimostrato una grande passione per la musica sin da giovane. Oltre a essere un poliziotto impegnato nel mantenere l'ordine e la sicurezza nella città di Milano, Revman si è dedicato alla sua passione per la musica rap. Sfruttando il potere del rap come mezzo di comunicazione, è riuscito a trasmettere l'importanza del lavoro delle forze dell'ordine in modo diretto e coinvolgente ai giovani. 

Revman è noto per i suoi testi incisivi che affrontano tematiche sociali e promuovono la legalità, la condivisione e la libertà di espressione. Attraverso le sue canzoni, riesce a combinare il liricismo del rap con un messaggio chiaro e potente, che parla direttamente alle nuove generazioni. 

Il suo impegno nella lotta contro la mafia e la criminalità organizzata è evidente nelle sue performance e nei suoi testi, in cui denuncia le ingiustizie e cerca di ispirare un cambiamento positivo nella società. Oltre alla sua carriera da rapper e poliziotto, Revman è anche un appassionato educatore. Grazie alla sua esperienza sul campo, tiene laboratori musicali nelle periferie italiane, coinvolgendo i giovani e promuovendo un messaggio di impegno civile, legalità e rispetto reciproco.

La sua dedizione al lavoro delle forze dell'ordine e alla musica lo ha reso una figura di ispirazione per molti giovani, dimostrando che è possibile coniugare l'amore per l'arte con l'impegno sociale. Revman ha dimostrato di essere un artista poliedrico che sa come utilizzare la sua creatività e la sua posizione nell'apparato di polizia per promuovere valori importanti e combattere l'illegalità nella società. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"19 luglio", la canzone per ricordare la strage di via D'Amelio del rapper-poliziotto palermitano

PalermoToday è in caricamento