Annunci Libertà / Via della Libertà

Chiedono di spegnere la sigaretta sul bus, rissa a bordo in via Libertà

Due ghanesi hanno avanzato la loro richiesta a due ragazzi, del quartiere Zen, che sarebbero saliti a bordo con le loro "bionde" ancora accese. Diversa la versione dei due palermitani. L'autista dell'Amat ha fermato il mezzo in via Libertà fino all'arrivo della polizia

Hanno chiesto a due ragazzi di non fumare sull’autobus, prima di finire nel bel mezzo di una rissa. E’ accaduto oggi in via Libertà, su una vettura della linea 101, quando due giovani dello Zen e due ghanesi si sono presi a calci e pugni. L’autista dell’Amat ha bloccato il mezzo in via Libertà, all’altezza della scuola Don Bosco, dove sono intervenute le volanti della polizia.

Gli immigrati si sarebbero infastiditi nel vedere quei ragazzi salire a bordo con le loro “bionde” in bocca e ancora accese. E proprio per questo hanno domandato loro se fosse possibile spegnere le sigarette. Sarebbe bastato avanzare la richiesta per essere insultati e aggrediti. Uno dei pochi passeggeri ha lanciato l’allarme al 113 e dalla sala operativa sono state inviate diverse volanti.

Una volta arrivati davanti all’autobus i poliziotti li hanno trovati che se le davano di "santa ragione". Sono stati fermati i due palermitani e un solo ghanese, mentre l’altro era fuggito temendo di essere coinvolto. I tre sono stati denunciati per rissa e ascoltati dagli agenti che, incrociando le loro versione dei fatti, stanno cercando di ricostruire la vicenda.

"I racconti delle due parti - spiegano dalla Questura - convergono sulla motivazione per cui sarebbe nata la lite. Ma mentre i ghanesi hanno detto che i due ragazzi dello Zen sarebbero saliti con la sigaretta ancora accesa, gli altri due vogliono sostenere che stessero fumando alla fermata e che l'avrebbero spenta prima di salire e che, al massimo, poteva emanare solo un po' di puzza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedono di spegnere la sigaretta sul bus, rissa a bordo in via Libertà

PalermoToday è in caricamento