Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dicevano che la mafia non esisteva...", Giovanni Falcone nel ricordo della sorella Maria | VIDEO

Il giudice ucciso da Cosa nostra nella strage di Capaci del 1992 avrebbe spento 80 candeline. La sorella ne tratteggia un ritratto tra pubblico e privato: "Sarebbe stata una festa in famiglia con la torta alle fragole"

 

Sguardo limpido ma determinato, sorriso accogliente. L'immagine del giudice Giovanni Falcone è scolpita nelle menti di tutta Italia. Giovani e non, siciliani e non, difficile trovare qualcuno che non conosca la sua storia e il suo impegno contro la mafia. Un lavoro portato avanti con determinazione e integrità, terminato il 23 maggio 1992 quando Cosa nostra lo ha condannato a morte con un imponente carica di tritolo a Capaci. Con lui la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Oggi Falcone avrebbe compiuto 80 anni. La redazione di Today.it ha intervistato la sorella Maria, che ne tratteggia un ritratto a metà tra pubblico e privato.

"Sarebbe stata una giornata di festa con la torta alle fragole - racconta Maria Falcone - Ho miliardi di ricordi di mio fratello, quando eravamo piccoli e andavamo a scuola insieme, per esempio”.

Anniversario strage di Capaci, oltre 70 mila studenti pronti a invadere Palermo

Nelle parole di Maria Falcone c'è la parte privata, i giochi da bambini, ma anche il riconoscimento del lavoro indelebile del fratello: “Quando Giovanni arrivò a Palermo, si diceva che la mafia non esisteva. Oggi, con il suo sacrificio, la società ha imparato bene il significato dell’organizzazione mafiosa siciliana e quanto sia reale la connivenza tra Cosa Nostra, la politica e la finanza". 

Imbrattato murales dedicato a Francesca Morvillo, parolacce e disegni con vernice nera

Fonte Today.it

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento