"Accordi non rispettati", lavoratori Reset in corteo: "Vogliamo solo la normalità" | VIDEO

Un serpentone da piazza Croci a Palazzo delle Aquile per chiedere l'adeguamento dei contratti a 36 ore settimanali. Lo sciopero è scattato dopo l'incontro con il sindaco Orlando, che non è riuscito a soddisfare i rappresentanti dei lavoratori

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Lavoratori Reset in corteo per chiedere l'adeguamento dei contratti a 36 ore settimanali. Lo sciopero è scattato dopo l'incontro con il sindaco Orlando, che non è riuscito a soddisfare i rappresentanti dei lavoratori. Così, questa mattina, un lungo serpentone si è mosso da piazza Croci a Palazzo delle Aquile per avere delle risposte dal primo cittadino. 

A dar manforte ai lavoratori, il capogruppo del Pd al Consiglio comunale Dario Chinnici: "I lavoratori della Reset non sono figli di un Dio minore e, pertanto, hanno gli stessi diritti di tutti i dipendenti delle altre partecipate del Comune: chiediamo che l’amministrazione avvii una seria interlocuzione con i sindacati trovando soluzioni idonee al rispetto degli accordi già sottoscritti. Questi lavoratori meritano risposte, così come la città esige servizi all’altezza". 

Per il vicepresidente del Consiglio, Giulio Tantillo (Forza Italia), che assieme ai capigruppo ha incontrato i sindacati di Reset, c'è anche un'altra esigenza: "L'organizzazione della società non va bene, è necessario cambiare il contratto di servizio". Al budget che il Comune ha destinato alla Rest mancano all'appello due milioni, per arrivare a 33. L'impegno è di reperirli tra le pieghe del bilancio, così come annunciato dallo stesso sindaco Orlando.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Avatar anonimo di santino
    santino

    ASSISTENZIALISMO assunti senza concorso

  • Licenziateli.

  • Alla Provincia con Musotto i precari sono stati tutti già regolarizzati a tempo pieno da anni.

    • Avatar anonimo di Intrusa
      Intrusa

      L'avevamo un contratto a tempo indeterminato ma il caro sindaco   ha giocato falso con noi ci ha messo  sotto cassa integrazione lavorativa 

  • Ma che scherziamo?

  • Giusto... Devono avere gli stessi diritti... Mai qualcuno che parla anche di doveri...

    • Parlare pulito!

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Urla, lacrime e svenimenti: l'uscita della banda delle ossa rotte dalla questura | VIDEO

  • Video

    Banda spaccaossa, i boia dei falsi incidenti parlavano così: "Ho trovato 2 fidanzati..." | VIDEO

  • Video

    "Urlano per il dolore? E allora?": la banda rompeva le gambe senza avere pietà | VIDEO

  • Video

    "A posto, una settimana e sei subito fuori": il clan dei finti incidenti "sfila" in manette | VIDEO

Torna su
PalermoToday è in caricamento