Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Cittadinanza onoraria a figli di stranieri nati a Palermo, si realizza il sogno di 71 studenti | VIDEO

A conferire l'onorificenza il sindaco Orlando. Dal 2013 sono 556 gli alunni stranieri nati in città che hanno ottenuto il conferimento. "Basta guardarli per scoprire che sono già palermitani. Salvini dovrebbe aprire i porti e le carceri per i criminali..."

 

I genitori di Meriam, la più piccola del gruppo, vengono dalla Tunisia ma lei è nata a Palermo 8 anni fa e sogna di diventare pediatra e di lavorare nella città in cui oggi studia con impegno per perseguire il suo obiettivo. Davide vuole diventare chef e della città in cui vive - i suoi genitori vengono dal Ghana - ama soprattutto la cucina, panelle e sfincione in primis. Richard è felice di ricevere la cittadinanza onoraria ma sulla sua identità non ha dubbi: "Alla fine siamo uguali a prescindere, siamo tutte persone, no?". Per loro e per tanti altri studenti nati a Palermo e figli di genitori stranieri - 71 in totale - si è realizzato oggi un piccolo grande sogno. Il sindaco Leoluca Orlando ha conferito loro a Palazzo delle Aquile la cittadinanza onoraria della città. I bambini e le bambine studiano nelle scuole Amari-Roncalli-Ferrara; Manzoni -Impastato; Perez-Calcutta, Leonardo da Vinci, Rosolino Pilo, Rita Atria, Politeama, Nuccio e Boccone.

Presenti, tra gli altri, alla cerimonia - organizzata dalla presidenza del Consiglio comunale in collaborazione con l’Unicef nell'ambito del protocollo "Città  amica dei bambini e delle bambine", il presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando, l'assessore alla Scuola Giovanna Marano, l'assessore alle Culture Adham Darwasha e il presidente della Consulta delle Culture, Ouattara Ibrahima Kobena.

Dal 2013 sono 556 gli alunni stranieri nati a Palermo che hanno ottenuto il conferimento. “E’ il riconoscimento di una condizione di fatto - ha dichiarato il sindaco - perché basta guardarli per scoprire che sono già palermitani: vivono la vita di Palermo, studiano a Palermo. Conferiamo questa cittadinanza onoraria a conferma che qui non esistono migranti: chi vive a Palermo è Palermitano e testimonia che l’intera città si ispira al principio “io sono persona, noi siamo comunità”, che è l’alternativa a “io sono individuo, con i suoi egoismi, noi siamo gruppo con le sue soffocanti logiche di appartenenza”.

“Per il settimo anno consecutivo organizziamo questa manifestazione che – ha sottolineato il presidente del Consiglio comunale - è un modo per spronare il Parlamento nazionale a prendere atto che chi nasce in Italia deve essere Italiano. È un tema che non può più essere rimandato e, al netto della legge, chi vive a Palermo viene considerato palermitano”.  

Potrebbe Interessarti

  • La follia del sabato sera, rissa in strada tra le auto alla Cala | VIDEO

  • La riunione dei boss sul gommone davanti a Mondello: "Siamo i re di Palermo" | VIDEO

  • Tragedia in autostrada: su Facebook il giallo del video girato dal papà prima dello schianto

  • Mafia, il ritorno degli "scappati": blitz di polizia e Fbi, l'uscita degli arrestati | VIDEO

Torna su
PalermoToday è in caricamento