Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Greco, il piccolo "Papa" diventato capo a 23 anni: "Giovane con la testa da vecchio" | VIDEO

Continuità e vincoli di sangue: emerge questo nell'operazione di polizia e carabinieri che ha portato a 7 arresti. Il procuratore capo Lo Voi: "Ecco la mafia 2.0. I pentimenti? Fallimento di un progetto"

 

Leandro Greco, detto 'Michele', il nipote del vecchio boss mafioso Michele Greco, detto il 'Papa', "era stato nominato capomandamento di Ciaculli ad appena 23 anni", e "nonostante sia così giovane ha la mentalità di un vecchio nel corpo di un giovane, come dice anche il collaboratore Francesco Colletti". A parlare è il Procuratore aggiunto di Palermo Salvatore De Luca, con riferimento al giovane Leandro Greco, 28 anni, arrestato all'alba di oggi nell'operazione antimafia condotta da polizia e carabinieri.

Terremoto nella mafia palermitana: 7 arresti

"Per affrontare il ruolo di vertice che gli viene affidato a una età così giovane, ad appena 23 anni, dimostra di avere la mentalità di un anziano", aggiunge il comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, colonnello Antonio Di Stasio. Questa mattina, all'uscita dalla caserma dei carabinieri, il giovane Greco ha mandato baci ai suoi familiari e amici che lo attendevano all'uscita dalla caserma di piazza Verdi.  

Così invece il Procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi parla dei due nuovi pentiti di mafia Francesco Colletti e Filippo Bisconti: "Siamo in presenza in questo caso di collaborazioni che si trovano in una fase assolutamente iniziale ma che sono particolarmente promettenti, proprio per le caratteristiche dei nuovi collaboratori che conoscono molto di Cosa nostra".

Dialoghi in carcere: "Greco? U criaturi sa spirugghia?" | VIDEO

"A nostro avviso questa operazione di oggi è particolarmente importante dal  punto di vista qualitativo - dice Lo Voi -. Innanzitutto, il primo dato che va sottolineato è che abbiamo avuto nel giro di un mese, rispetto  al provvedimento dellos corso 4 dicembre, l'avvio di due nuove  collaborazioni con la giustizia. Non parliamo di manovalanza ma di due personaggi di vertice di alto livello". 

L'uscita degli arrestati | VIDEO

E poi ancora: "I neo collaboratori di giustizia Francesco Colletti e Filippo Bisconti "testimoniano il fallimento di  un progetto di ricostituzione della Commissione di Cosa nostra. Questo è il motivo per cui i due iniziano a collaborare staccandosi dall'organizzazione mafiosa - dice ancora in  conferenza stampa - il fallimento di un progetto che si può  interpretare anche come l'assenza di una prospettiva di un futuro. Le indagini che le forze dell'ordine e la Dda di Palermo sono state in grado di condurre in questi anni lo hanno dimostrato".

"Tu a Mondello non puoi vendere niente" | VIDEO

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento