Cristiani, musulmani e atei si sfidano a calcio, il 30 giugno torneo per la pace e il dialogo interreligioso

Il triangolare "Uniti sotto lo stesso cielo" è organizzato dal World Fitness Club e dalla Gioventù Francescana. L'appuntamento è in via Cipressi al campo sportivo Cappuccini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Cristiani, islamici e atei si sfidano a calcio: il 30 giugno torneo per la pace e il dialogo interreligioso. "Uniti sotto lo stesso cielo": questo il nome del triangolare organizzato sabato 30 giugno, con inizio alle ore 21, dal World Fitness Club insieme alla Gioventù Francescana. L'evento calcistico, al quale parteciperanno rappresentanti di varie religioni, avrà luogo al campo sportivo Cappuccini (via Cipressi, 280). 

"L'obiettivo è quello di mandare alla collettività un messaggio di pace e di unione tra i popoli". A parlare è Salvatore Sciortino, responsabile World Fitness Club, che aggiunge: "I temi di attualità non ci lasciano indifferenti ed è per questo che abbiamo deciso di far sentire la nostra voce. L’Italia versa in una situazione non brillante, ma certi termini utilizzati da chi dispone di una certa notorietà non risolvono di certo il problema. Anzi alimentano odio, odio tra i popoli e odio tra noi cittadini. Ed è per questo che la World Fitness Club insieme alla Gioventù Francescana vuole organizzare un triangolare di calcetto - gratuito e aperto a tutti, sino ad esaurimento posti - che comprenderà italiani e stranieri (squadre miste)".

Torna su
PalermoToday è in caricamento