Un radar in curva contro i buu razzisti: l'esperimento a Palermo?

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina: "Lo strumento è in dotazione all'antiterrorismo, e può captare con microfoni direzionali la provenienza di un rumore". Forse verrà testato per Italia-Armenia al Barbera

Un radar antiterrorismo contro i buu razzisti da testare a Palermo. Ad annunciarlo è stato il presidente della Figc, Gabriele Gravina. "Esiste un radar passivo, in dotazione all'antiterrorismo, che capta con microfoni direzionali la provenienza di un rumore - ha detto Gravina in un'intervista a "Repubblica" -. Può scovare in diretta chi sta facendo un coro razzista. O anche ricostruire la traiettoria di un petardo. Bastano due pannelli per settore, il costo non è proibitivo, lo produce un'azienda italiana. C'è solo un ostacolo legato alla privacy, perché può ascoltare conversazioni private allo stadio, ma è uno strumento micidiale. Vogliamo coordinarci con il Viminale, contiamo di testarlo in Italia-Armenia a Palermo".

La partita, valida per le qualificazioni agli Europei 2020 (gli azzurri di Mancini hanno già staccato il pass) è in programma lunedì 18 novembre alle 20.45.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento