Pallanuoto, "divorzio consensuale" in casa Telimar: il tecnico Mustur lascia la squadra

La società interrompe la collaborazione con l'allenatore. Il presidente Giliberti: "Sono i risultati delle partite che comandano e noi purtroppo, dall'inizio del campionato sino ad ora, ne abbiamo 'steccate' troppe"

La squadra del Telimar

"Dopo la ennesima cattiva prestazione, siamo consensualmente giunti con il nostro tecnico Zoran Mustur nella determinazione di interrompere la collaborazione per la corrente stagione sportiva". Lo rende noto Marcello Giliberti, presidente del TeliMar. 

A partire da domani la prima squadra verrà allenata da un nuovo tecnico: a breve la società comunicherà il nume. "Ringrazio Zoran per la grande professionalità con la quale ha svolto il suo incarico dal 3 settembre sino ad oggi e per tutto quello che ha trasmesso alla squadra ed allo staff - aggiunge Giliberti - ma per l'obiettivo che la mia società si è prefissata sono soltanto i risultati delle partite che comandano e noi purtroppo, dall'inizio del campionato sino ad ora, ne abbiamo 'steccate' troppe".

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Parrucche e trucco per chi affronta la chemio, La Maddalena inaugura "La stanza del sorriso"

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Tragedia all'Orfeo, muore nel cinema a luci rosse mentre vede film porno

  • Incidente tra Isola e Capaci, auto "salta" il guardrail e invade la carreggiata opposta

  • Clamoroso: il Palermo non è riuscito a iscriversi al campionato di serie B

  • Incendio sulla Palermo-Sciacca, pullman dell'Ast divorato dalle fiamme

Torna su
PalermoToday è in caricamento