Debutto da pilota alla Termini-Caccamo per il navigatore palermitano Sergio Raccuia

"Dopo anni passati sul sedile destro, ho deciso di concedermi una gara da pilota"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Guardando l’elenco iscritti della 21esima cronoscalata Termini Caccamo, non è passato inosservato il nome di Sergio Raccuia, alla guida della Renault Clio RS 2.0 Plus della I.M. Promotor Sport con i colori della Scuderia Island Motorposrt. Il forte navigatore palermitano, abitué del sedile destro, ha sorpreso tutti debuttando per la prima volta in assoluto alla guida di una vettura da gara. Reduce dalla vittoria prima assoluta della scorsa settimana alla 12esima edizione del Rally Valle del Sosio alle note del giovane ed esperto pilota Alessio Profeta, Sergio Raccuia ha deciso di cimentarsi alla guida, scegliendo una cronoscalata che per molti versi si avvicina ad una prova speciale.

“Era da tempo - ha commentato l’esperto navigatore e neo pilota Sergio Raccuia - che avevo un pensiero fisso, quello di provare la sensazione di guidare una macchina da rally, e dopo tanti anni passati sul sedile destro, ho deciso che era giunto il momento di provare. L’ultima mia licenza da conduttore risale al 1999 in classe 60cc mini kart, quindi il mio obiettivo per questa gara non è quello di guardare il cronometro, ma di divertirmi più che mai e vedere che emozione si prova al countdown 5, 4, 3, 2, 1 e via, dal lato guida. La mia prima e vera passione sono i rally e lo scorso weekend con Alessio Profeta abbiamo avuto l’onore di aggiudicarci la nostra prima vittoria assoluta al Rally Valle del Sosio, è stata un’emozione fortissima e adesso mi ritrovo nell’altro sedile, pronto, diciamo, per questa nuova esperienza. La scelta di partecipare a questa cronoscalata è stata molto ponderata e non è un caso che abbia scelto la Termini Caccamo, perché, per conformità, asfalto e tipologia di tracciato, è molto vicina ad una prova speciale di rally ed in passato è stata prova della gloriosa Targa Florio. Negli anni precedenti non ho avuto modo di effettuarla in prova speciale, ma mi sono ritrovato su queste strade, durante una Targa Florio, in trasferimento. In questi due giorni, penso che la cosa più strana sarà quella di chiudere le curve alla mia sinistra, ed andare nell’altra corsia – ha continuato Sergio Raccuia -, da navigatore sono abituato a vederlo, ma da pilota sarà tutto molto diverso, soprattutto nelle curve cieche. Spero di non prenderci troppo gusto, questa sarà una mia apparizione sul lato sinistro, già dalla prossima settimana tornerò alle note, per il penultimo appuntamento del Campionato italiano rally, come sempre al fianco di Alessio”.

Sergio Raccuia, che da anni siede nei sedili di destra delle macchine da rally, con partecipazione anche a tappe del WRC (Campionato del Mondo Rally), da quest’anno è impegnato nel massimo campionato rally italiano al fianco di Alessio Profeta. I due stanno partecipando con grande impegno a tutto il campionato e stanno dimostrando ottime fasi di crescita, indice che l’esperienza maturata sta dando i suoi frutti. Non ci resta che aspettare domenica sera, per conoscere l’esito del debutto dell’esperto navigatore palermitano al volante della piccola belva della casa francese, poi da lunedì, tornerà “a lavoro” sul lato destro, perché a certi livelli, il ruolo del navigatore diventa un lavoro vero e proprio, e Sergio il suo ruolo lo svolge con il massimo impegno e senza distrazioni, perché a certi livelli, non si può tralasciare nulla e non si può arrivare impreparati.

Torna su
PalermoToday è in caricamento