"Run with Autism", Palermo corre per raccogliere fondi per i bimbi autistici

Tre i momenti della manifestazione: una pedalata di tre chilometri, una passeggiata di un chilometro e mezzo e una gara podistica agonistica. Domenica 27 novembre la prima edizione. Si parte dal nascente Parco della Salute al Foro Italico

Ancora una volta lo sport si fa strumento di inclusione sociale. Domenica 27 novembre a Palermo si terrà la prima edizione di “Run with Autism", manifestazione presenta nel corso di una conferenza stampa questa mattina, a Palazzo Cefalà. "Sarà una grande festa", ha detto Daniele Giliberti, organizzatore dell’evento.

Si parte dal nascente Parco della Salute al Foro Italico. La manifestazione sarà divisa in tre momenti: alle ore 9 la partenza della gara podistica agonistica, valida come prova Challenger del circuito BioRace, sulla distanza di 7,5 km; alle 11 partiranno i più piccoli insieme ai loro genitori, agli insegnanti e a tutti coloro che vorranno partecipare al momento di festa per la passeggiata ludico motoria di 1,5 km ed infine alle 11:30 avrà inizio la pedalata di 3 km.

Tutti i fondi raccolti saranno devoluti a parlAutismo Onlus, T.E.A.C.C.H. House Onlus, l’Associazione Centro per disabili ‘Pietro Marcellino Corradini, Aurora Onlus, I numeri primi Onlus, cinque associazioni di genitori di bambini autistici che quotidianamente affrontano molteplici difficoltà per regalare ai loro figli una vita felice.

Grande importanza anche l’intesa stretta con l’Ussm che prevede il coinvolgimento attivo nell’organizzazione di alcuni ragazzi che gravitano nel circuito penale.

La manifestazione si concluderà domenica 8 gennaio 2017 con il Baskin (basket integrato) che dalle ore 9:30 coinvolgerà i bambini disabili e quelli normodotati in un torneo che tende a sviluppare nuove capacità di comunicazione mettendo in gioco la creatività dei più piccoli.
L’evento è organizzato da Vivi Sano Onlus in collaborazione con le associazioni di genitori autistici, il Comune di Palermo, l’Autorità Portuale e l’ACSI Sicilia Occidentale.

"Una manifestazione che conferma ancora una volta l'importanza dello sport come strumento di inclusione e socialità – commentano il sindaco Orlando e l’assessore allo sport Gini. Uno strumento che può permettere a tanti cittadini affetti da diverse patologie e alle loro famiglie di essere visti e riconosciuti come portatori di diritti, di essere riconosciuti e visibili come cittadini. Un'esperienza costruttiva, educativa e stimolante per la città di Palermo e per i palermitani, un’occasione per crescere e abbattere insieme quei muri che spesso per questi ragazzi possono rappresentare un limite invalicabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento