Automobilismo, Pollara e Siragusano al 55° Rally del Friuli

Cambio di sedile per il pilota di Prizzi, che sarà affiancato dal navigatore messinese. "Ho voglia di riscatto in questa gara"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Passata la pausa estiva, il driver siciliano Marco Pollara si prepara per il prossimo appuntamento stagionale, che lo vedrà ancora una volta protagonista nella trasferta friuliana nel weekend di fine agosto. Cambio di sedile per il pilota di Prizzi, che al via della gara friulana, si presenterà con nuovo navigatore, il messinese Rosario Siragusano. Dopo l’appuntamento romano che gli ha visto segnare uno zero sul suo ruolino di marcia, a causa di un guasto alla sua Ford Fiesta R2B, il pilota della Scuderia CST Sport Marco Pollara torna ad indossare tuta e casco per difendere la leadership nel Campionato Italiano Rally Junior. Quando mancano solo due gare alla conclusione del campionato, il driver palermitano si presenta in Friuli con il vantaggio accumulato durante le gare ridotto ai minimi termini a causa della spiacevole conclusione del Rally di Roma Capitale, dove la sua Ford Fiesta R2B, facente parte del programma di Aci Team Italia, curata da Motorsport Italia, l’ha costretto al ritiro proprio quando stava per portare a casa l’ennesimo successo di stagione.

“Ho voglia di riscatto in questa gara - ha commentato Marco Pollara, portacolori della Scuderia CST Sport - perché a Roma siamo rimasti con l’amaro in bocca, stavamo andando davvero bene, nonostante le noie che già iniziavano a manifestarsi nella nostra Ford, ed il ritiro è stata una triste pagine del nostro weekend di gara romana. Adesso in Friuli sarò affiancato da Rosario Siragusano, insieme non abbiamo mai corso, anzi, a dirla tutta, siamo stati spesso rivali in gara, ma tra di noi c’è sempre stato un grande rispetto. Sono certo che in macchina potremo fare un ottimo lavoro e portare a casa un buon risultato, all’altezza delle nostre aspettative. La gara organizzata dalla Scuderia Friuli ACU è molto bella, l’ho disputata nel 2016, ma presentava un altro percorso, quest’anno è stato rivisitato soprattutto nella prima giornata di gara, rimanendo comunque con i caratteri della tradizione”.

Il quartier generale della gara sarà come nella passata edizione a Città Fiera di Torreano di Martignacco, divenuto de facto co-organizzazione dell’evento, dove saranno allestiti il parco assistenza, le varie fasi delle verifiche, la direzione gara, la segreteria, la sala stampa, i riordini e soprattutto la prova spettacolo, molto semplice ma sicuramente spettacolare. La gara “moderna” ruoterà intorno a questa vera e propria città nella città.

Torna su
PalermoToday è in caricamento