Primo ko del Bagheria in campionato, l'allenatore: "Troppe aspettative su di noi"

Male il primo tempo del Bagheria che va all'intervallo sotto di due gol. Nel secondo tempo in 10 uomini si sfiora l'impresa.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un Bagheria in chiaroscuro regala un tempo all’Iniziativa, va sotto di due reti su altrettante ripartenze resta in dieci per l’espulsione rimediata da De Lisi al rientro negli spogliatoi, subisce la terza rete e poi si ricorda di essere squadra e per poco non riacciuffa un pari insperato. È questo il modo in cui possiamo riassumere la gara di ieri disputata sul terreno di gioco dell’Iniziativa che senza fare grandi cose ha portato a casa una vittoria preziosa e che la rilancia in classifica. Dunque dopo la debacle casalinga nella gara di Coppa con la Don Bosco Partinico il Bagheria incassa altre tre reti senza che il proprio portiere sia stato impegnato più di tanto. Quello che non è piaciuto ieri, ed è questo l’aspetto sul quale mister Mineo dovrà lavorare, è stato l’approccio troppo molle alla gara e non sia una scusante il solito discorso che la squadra è abituata a giocare sul campo sintetico perché qui si sta parlando di approccio mentale alla gara. D’accordo che il primo obiettivo deve essere la salvezza ma almeno vorremmo vedere una squadra che lotta con l’avversario fin dal primo momento ed uscire dal terreno di gioco consapevole di avere fatto di tutto per uscire con un risultato positivo ma a guardare le ultime due gare (coppa e campionato) qualcosa sembra essersi inceppato.

Le due reti dei locali sono scaturite a seguito di due veloci ripartenze (ma non dovevamo essere noi a colpire in contropiede?) che hanno bucato la difesa bagherese senza che Buttacavoli potesse opporre alcuna resistenza. Malgrado i due gol incassati non vi è stata (ed è questo il dato più preoccupante)una vera reazione da parte del Bagheria e così al piccolo trotto si è arrivati senza sussulti alla fine della prima frazione di gara. A rendere ancora più difficile la rimonta vi è stata poi l’espulsione del centrocampista De Lisi che ha reagito alle invettive di uno spettatore, evento tra l’altro questo anche condannato dagli stessi tifosi locali, cui va sommato l’infortunio di Graziano. Nella ripresa il Bagheria seppure in inferiorità numerica è entrato in campo più determinato e ha pressato i locali che si sono rintanati in difesa a tutela del risultato maturato nella prima frazione di gioco. E proprio mentre il Bagheria sta pressando alla ricerca della rete che potesse riaprire la contesa è arrivato anche il terzo gol, sempre in contropiede, che di fatto sembrava avere messo fine all’incontro ed invece ecco che finalmente arriva la reazione da parte del Bagheria.

Nel giro di 6 minuti il Bagheria prima accorcia le distanze con il rigore trasformato da capitan Centineo e poi si porta ad una sola lunghezza dai locali quando Cinà gonfiava per la seconda volta la rete. Una gara che sembrava chiusa si riapriva come d’incanto. I locali cominciavano ad accusare la fatica mentre il Bagheria cercava di ultimare una rimonta che sembrava impossibile fino a qualche minuto prima. Tuttavia malgrado lo sforzo prodotto la rete del pareggio non arrivava e così i locali potevano festeggiare una vittoria importante che consente loro, in un solo colpo, di agganciare in classifica i nero-azzurri ed assestarsi al centro della stessa. Dunque il Bagheria esce con una sconfitta dal terreno di gioco dell’Iniziativa e già si proietta verso la prossima gara casalinga che la vedrà opposta al Città di Gangi, ieri sconfitto tra le mura amiche dall’Acquedolcese.

In zone remix si presenta mister Marco Mineo che ai nostri microfoni ci motiva questa sconfitta: “Ci sono troppe aspettative su di noi, questo è il vero problema. Il primo tempo non trovavamo spazi e il nostro modo di giocare non collima con i campi che ci sono. Nella ripresa ho detto alla difesa di saltare il centrocampo e di prendere le seconde palle ed è andata meglio. Ammetto che abbiamo dei problemi in fase difensiva, ma garantisco che lavoreremo sodo per risolvere il problema. Troppe espulsioni? Si la squadra è un po' nervosa perchè vede che ci sono più difficoltà del dovuto. Datemi e dateci tempo, so che ci sono i tanti detrattori che stanno gongolando ma ho fiducia nella mia squadra e nel mio lavoro” Per la gara con i madoniti sicuramente mancherà De Lisi che essendo stato espulso sarà squalificato mentre saranno da valutare le condizioni di Graziano. L’obiettivo deve necessariamente essere la vittoria ma per ottenerla occorrerà un approccio diverso alla gara più determinato di quanto non lo sia stato nelle ultime due apparizioni altrimenti sarà difficile conseguirla. Invitiamo i ragazzi ed il mister a fare tesoro di quanto è successo in questi ultimi due partite….a fare anche un po’ di sana autocritica e chiedersi ma il vero Bagheria qual è? Quello del primo tempo o quello della ripresa? Al campo l’ardua sentenza.

L’INIZIATIVA: Calabrese, Florio, Masi, Bongiovanni, Crisafulli (33’ Scarbaci), Addamo, Biondo, Mirenda, Serio (46’st Cappadona), Adamo (21’st Leone). All. Palmeri.

BAGHERIA C.D.V.: Buttacavoli, Gagliano, Accomando (42’st Napolitano), Graziano (1’st Cinà), Nave, Centineo, Aiello, De Lisi, Tomasello S. , Agiato (33’ st G. Mineo), Mirabelli(25’ st Tomasello L.), . All. Marco Mineo

Arbitro: Grasso di Acireale.

Marcatori: 25’ Adamo; 34’ Merenda; 24’st serio; 32’ st Centineo (rig.), 38’ st Cinà.

Articolo di Giulio Galioto Interviste di Manuel Busetta

Torna su
PalermoToday è in caricamento