Pallanuoto, il Telimar vince ancora ed è secondo: conquistato un posto nei playoff

Il club dell'Addaura al Foro Italico batte la Roma 2007 Arvalia per 11-9 nella penultima giornata della regular season ed accede agli spareggi promozione. Il presidente Giliberti: "Adesso serve la massima concentrazione"

Ciccio Lo Cascio in azione

Continua a vincere il TeLiMar che, nella penultima giornata del girone di ritorno del campionato nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A2 Sud,
batte al Foro Italico la Roma 2007 Arvalia per 11-9. Il club dell’Addaura conquista così matematicamente il secondo posto (grazie al pareggio tra Pescara e Latina) e l'accesso ai playoff.

I ragazzi guidati da Ivano Quartuccio sanno soffrire ad inizio match, non perdendosi d’animo al termine del primo parziale chiuso sotto di 3 reti. Ottimo il secondo tempo, che vede la reazione del team del Presidente Giliberti, capace di ribattere poi colpo su colpo, venendo fuori nel finale con la giusta cattiveria agonistica. Partono bene i padroni di casa che mettono a segno un primo parziale di 3-0 con le reti di Mele, che si gira bene al centro a 3’50, Re e Lijoi, entrambi in superiorità, rispettivamente a 2’47 e 1’44 dalla prima sirena.

Il TeLiMar, però, è in partita e lo dimostra nel secondo tempo, rimettendosi in corsa con una doppietta del mancino Tabbiani, con la prima rete su uomo in più a 7’22 e la seconda in controfuga a 6’51 per il 3-2. La Roma prova di nuovo ad allungare con Lijoi dalla distanza a 4’51 per il 4-2, ma è di nuovo Tabbiani con un forte tiro centrale ad accorciare le distanze a 3’36 per il 4-3. Il Club dell’Addaura è concentrato e agguanta il pareggio con il goal da fuori di Migliaccio a 2’43. Il secondo parziale si chiude con il sorpasso dei palermitani grazie alla rete di Fabiano arrivata in superiorità a 1’59 dal termine.

In avvio della seconda metà di gioco, i padroni di casa approfittano di un rigore fischiato a 6’32 per riportare il risultato in parità sul 5-5 con Re, per poi passare in vantaggio con Miskovic a 1’19. Il TeLiMar dosando le proprie forze si porta sul 6-6 con Fabiano a 54”. L’Arvalia, però, chiude il parziale sul 7-6 di nuovo con Miskovic a 35”. I capitolini sembrano avere la partita in pugno, quando a 6’49 dal termine del match si portano sul +2 con Mele in superiorità per l’8-6. Lo Cascio in più a 5’44 e Occhione a uomini pari a 5’15, però, ristabiliscono gli equilibri in vasca. Ci prova Lijoi su uomo in più a 4’43 portando la Roma sul 9-8, ma tutto si decide nei minuti restanti, con la zampata finale di Occhione a 3’30, Lo Cascio a 2’31 e Di Patti a 55”, che regalano la vittoria del 9-11 alla squadra di Quartuccio e a tutta Palermo. Da registrare l’espulsione di Andrea Giliberti (TeLiMar) nel terzo tempo per proteste.

"E' stato molto difficile, ma d’altronde ci aspettavamo una partita così tirata - ha detto Francesco Paolo Lo Cascio, capitano del TeLiMar -. Siamo stati bravi a soffrire e a reagire quando eravamo sotto. Abbiamo iniziato il primo tempo molto contratti, mentre loro erano molto spigliati. Però, abbiamo avuto la forza di recuperare facendo un secondo parziale importante e ribattendo colpo su colpo ai romani negli altri due tempi. Adesso restiamo concentrati e pensiamo già all’ultima in casa contro l’Arechi".

"E' stata un partita giocata non bene dai nostri ragazzi - ha aggiunto il presidente del TeLiMar Marcello Giliberti - complice probabilmente la notizia appresa prima dell'inizio del match dell'assenza fra gli avversari del fortissimo Antonio Vittorioso e del pericoloso attaccante Luca Fiorillo, che probabilmente ha determinato nel nostro team un fisiologico calo di tensione. Alla fine siamo comunque ben rientrati in partita, riuscendo a farla nostra ed a consolidare la seconda posizione in classifica. Già la nostra testa è all'ultimo match casalingo di sabato prossimo contro l'Arechi Salerno, in cui la nostra concentrazione dovrà essere massima, per iniziare a preparare al meglio i play off per la A1, che saranno un vero e proprio altro distinto campionato. Complimenti alla Roma 2007 che ha giocato un ottimo match e che è stata come sempre, insieme alla Roma Nuoto, straordinaria per l'ospitalità che ci ha dato. Un grande bravo anche al nostro coach Ivano Quartuccio, imbattuto da quando ha preso la guida della nostra prima squadra. Con il pareggio tra Pescara e Latina, inoltre, abbiamo conquistato matematicamente il secondo posto in classifica che ci permette una griglia play-off più agevole con il primo appuntamento in casa l’8 giugno".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • Travolto e ucciso in bici il pm che fece condannare Totò Riina e lottò contro i corleonesi

Torna su
PalermoToday è in caricamento