"Ancora qui": il nuovo video del Palermo con Chimenti, Toni e Ricciardo

Tre generazioni di campioni del Palermo, tre vite che si intrecciano a dispetto del tempo che le separa e che raccontano insieme tre facce di una stessa passione: la fede rosanero

Luca Toni al Barbera

Tre generazioni di campioni del Palermo, tre vite che si intrecciano a dispetto del tempo che le separa e che raccontano insieme tre facce di una stessa passione, la fede rosanero. E' questa la chiave del nuovo video prodotto dal Palermo con la regia di Riccardo Lupo, che in occasione della Notte dei Campioni del 26 agosto con le leggende rosanero allo Stadio Barbera ha raccolto i ritratti di Vito Chimenti, Luca Toni e Giovanni Ricciardo. Tre attaccanti che portano con loro altrettanti scenari apparentemente lontani nel tempo e nella concezione stessa del calcio, così mutevole nel corso degli anni.

Guarda il video

Solo una cosa, nel tempo, rimane a cementare la fede nella squadra: l’amore incondizionato dei suoi tifosi che generazione dopo generazione rinnovano l’appartenenza come un patto di famiglia. I giocatori passano, i presidenti passano, ma l’amore per la maglia è “ancora qui”: nella commozione di Chimenti che ricorda il gol glorioso con la sua “bicicletta” contro il Napoli nel ’77, ma anche nella rievocazione della promozione in serie A con Luca Toni nel 2004, e infine con il sogno ancora tutto da scrivere ma già cominciato di Giovanni Ricciardo, il bomber della rinascita.

Un viaggio nel tempo, dunque, per legare ancora una volta “radici e ali” all’inizio di un nuovo percorso. Il video diretto da Riccardo Lupo per la SSD Palermo è stato realizzato con la collaborazione di Carmelo Galati, Gaetano Lombardo, Andrea Nocifora, Nyem Coglitore, Mirco Cangiamila, Alessandro Leone e Andrea Paternò. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento