Il Palermo vuole giocare allo stesso orario del Savoia: sospesa la vendita dei biglietti

I campani hanno deciso di disputare le loro partite alle 15, "costringendo" i rosanero a scendere in campo mezz'ora prima. Adesso il club di Mirri potrebbe chiedere la contemporaneità. Al Barbera domenica arriva l'Fc Messina, stop alla distribuzione dei tagliandi: motivi tecnici?

Ricciardo in azione contro il Savoia

Braccio di ferro a distanza fra Palermo e Savoia per l’orario di inizio delle proprie partite. I campani decidono di giocare alle 15? Bene, anche gli uomini di Pergolizzi allora potrebbero decidere di comportarsi alla stessa maniera per scendere in campo in contemporanea con il club campano, diretto concorrente nella lunga volata a due per la promozione diretta in Serie C. E intanto è caos per la vendita dei tagliandi per il match in programma domenica contro l'Fc Messina. 

"Il Palermo – si legge sui canali ufficiali del club – comunica che, per motivi tecnici, l'inizio della vendita dei biglietti per la partita Palermo-FC Messina è stato posticipato a data e orario da definire". Motivi "tecnici" legati solo e soltanto alla volontà di giocare in contemporanea con i rivali campani.

Negli ultimi anni quella della contemporaneità delle partite è stata una questione che ha tenuto banco in Serie A (vedi Napoli e Juventus) ma che adesso invece sembra destinata a creare polemiche anche fra i campi dilettantistici della Serie D.

La sensazione è che il Palermo non voglia più scendere in campo alle 14.30, dando così il vantaggio al Savoia di giocare mezz'ora della propria partita con la consapevolezza del risultato già ottenuto dai rosa. Un braccio di ferro a distanza che adesso farà slittare anche la vendita dei tagliandi per il derby di domenica contro il Messina. Il Savoia finora ha sempre chiesto alle squadre avversarie, come consentito dal regolamento, di posticipare l’inizio delle proprie partite, una scelta che - chissà - ha forse dato una mano ai campani a recuperare gran parte del gap in classifica con il Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento