La prima al Barbera è una festa: il Palermo dilaga ma poi si distrae, 3-2 al San Tommaso

Apre le marcature Ricciardo, che qualche minuto più tardi trova anche la sua personale doppietta. In rete anche Kraja. Gli irpini accorciano le distanze nella ripresa

Il presidente Mirri in gradinata circondato dai tifosi

Festa del gol al Renzo Barbera alla prima fra i dilettanti fra le mura amiche (superata la soglia dei sedicimila spettatori): al Palermo basta un solo tempo di gioco per stendere gli irpini del San Tommaso, meno frizzantina invece la ripresa. Il San Tommaso trova un grandissimo gol con Tedesco, poi nei minuti finali Accardi si rende protagonista con una sfortuna autorete. Al Barbera finisce 3-2 per il Palermo, rosa ancora a punteggio pieno.  

Apre le danze Ricciardo che rispetto a quanto visto a Marsala quest’oggi ha fatto decisamente quello che gli riesce meglio, vale a dire segnare (doppietta per lui). Nel tabellino dei marcatori c’è spazio anche per il giovane Kraja. Santana e Felici versione assist-man, ma del biondino numero 75 sentiremo sicuramente parlare in futuro. È proprio lui infatti il migliore in campo dei rosa. Primi applausi invece per Ficarrotta. Il Palermo tornerà in campo mercoledì pomeriggio per la prima di Coppa Italia contro il Biancavilla. 

Pergolizzi decide di aggredire sin da subito il San Tommaso che nei primi minuti di gioco ha sicuramente accusato il fascino e l’emozione di giocare in uno stadio come il Renzo Barbera, anche se il divario tecnico fra le due squadre è sempre stato evidente e lampante. Il tecnico rosanero plasma il 4-3-1-2 visto a Marsala in un 4-3-3 decisamente più offensivo: c’è Santana nel tridente d’attacco insieme a Ricciardo e Felici. Ed è esattamente questa la carta vincente di Pergolizzi. Un’intesa che ha trasformato l’attacco sterile di Marsala in una macchina da gol capace di stendere il San Tommaso in soli 20 minuti di gioco.  A centrocampo Langella cede il posto a Kraja (che a Marsala aveva giocato alle spalle del tandem offensivo). Panchina anche per Accardi, al suo posto c’è il giovanissimo Vaccaro sulla corsia di sinistra. Esordio per Crivello al Barbera. Questi gli under mandati subito in campo: Doda, Vaccaro, Kraja e Felici. Gli irpini invece provano ad aggrapparsi all’esperienza di Gambuzza in difesa e di Acampora a centrocampo. Fra i pali c’è il giovanissimo Casolare, nel tridente offensivo invece figura il 2000 Sabatino. 

Neanche il tempo di cominciare e Ricciardo porta in vantaggio il Palermo, facendosi perdonare il rigore sbagliato domenica scorsa a Marsala e spegnendo di fatto qualche timida polemica insorta in settimana sulle condizioni fisiche dell’attaccante 32enne. Il bomber del Palermo sigla il primo gol in maglia rosa raccogliendo un traversone basso del veterano Santana. Ed è subito momento amarcord al Barbera, ripensando a quell’assist di Santana per Toni contro la Roma (anche se sulla corsia opposta).  Determinante l’impego di Santana e Felici sulle corsie nell’inedito 4-3-3 di Pergolizzi, perché è proprio dalle fasce che sono arrivati i tre gol del Palermo. Il raddoppio dei rosa arriva al 22’ questa volta la trama offensiva si sviluppa da destra: traversone basso di Felici raccolto dal giovane Kraja che con un sinistro chirurgico spedisce la palla alle spalle del portiere avversario. Dopo neanche mezzora di gioco è già festa e tre minuti più tardi Ricciardo fa il bis, siglando la sua prima doppietta in Sicilia. Il gol è l’esatta fotocopia del primo, questa volta però a servire l’attaccante numero 9 in area è stato il giovane Vaccaro e non Santana. 

Nella ripresa il tecnico degli irpini prova a correre ai ripari effettuando subito tre sostituzioni. Nessun cambio invece per Pergolizzi. Succede davvero ben poco, il Palermo prova ad amministrare il vantaggio acquisito nella prima frazione di gioco, ma è proprio quando la partita sembra assopirsi che gli irpini trovano un gol meraviglioso dalla distanza con Tedesco. Dagli spalti piovono applausi per il giocatore del San Tommaso. Poi Pergolizzi decide di richiamare in panchina Santana, al suo posto entra il palermitano Ficarrotta. Esordio per il neoattaccante rosa, arrivato a Palermo soltanto due giorni fa. Più che positivo il suo ingresso in campo. Nei minuti di recupero gli uomini di Pergolizzi si autoinfliggono il gol del 3-2 con una sfortunata autorete di Accardi (appena entrato al posto di Ricciardo). E’ festa rosa al triplice fischio dell’arbitro, Palermo a quota sei punti in classifica. 

Il tabellino di Palermo-San Tommaso

Marcatori: Ricciardo 8’; Kraja 22', Ricciardo 25’; Tedesco 69’; Accardi 90' aut. 

PALERMO: Pelagotti 6, Doda 6, Crivello 6,5, Lancini 6,5, Vaccaro 6,5; Martinelli 6, Martin 6, Kraja 6,5 (87’Langella); Santana 6 (cap.) (70’ Ficarrotta 6), Felici 7, Ricciardo 6,5 (90’ Accardi). All. Pergolizzi 6,5

SAN TOMMASO: Casolare; Colarusso, Pagano, Maranzino (46’ Kamara), Gambuzza; Lambiase (58’ Falivene), Alleruzzo, Acampora; Sabatino (46’ Massaro), Tedesco (78’ Boubakar), Branicki (46’Varricchio). All. Liquidato

Arbitro: Leonardo Tesi 

Ammoniti: Colarusso 63’. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Giovane mamma muore durante il sonno, Termini Imerese sotto shock

Torna su
PalermoToday è in caricamento