Grande esodo a Roma, il Palermo prova a salvare la B e Arkus paga gli stipendi

I tifosi della Curva Nord pronti a partire: "Giovedì tutti nella Capitale, meritiamo rispetto". La nuova proprietà ha messo mano al portafogli sottoscrivendo un aumento di capitale di cinque milioni

La presentazione della nuova proprietà

La Curva Nord 12 apre all’esodo dei tifosi nella Capitale per esprimere il proprio "disappunto" sulla retrocessione in Serie C del club rosanero: “Palermo merita rispetto. Giovedì tutti a Roma”. La nuova proprietà intanto ha anche messo mano al portafoglio sottoscrivendo un aumento di capitale di cinque milioni. “Pronti a farci carico – si legge in un comunicato - i più imminenti pagamenti per garantire il regolare svolgimento delle attività correnti, comprese le retribuzioni dei dipendenti;

Archiviati i playoff al Palermo non resta che sperare di sovvertire la sentenza di primo grado emessa dal Tribunale Federale Nazionale settimana scorsa. Una vera e propria mazzata per il club rosanero, che adesso si vede costretto a scongiurare in ogni modo, o sede possibile, l’inaspettata retrocessione in C. Tutto, o quasi tutto, si deciderà giovedì 23 alle ore 14.30, quando davanti alla Corte Federale d’Appello la società di viale del Fante proverà a far prevalere le proprie ragioni durante la seconda udienza del processo. E quindi a salvare quantomeno la categoria.

Chi sicuramente non resterà con le mani in mano sono gli ultrà della Curva Nord 12 che attraverso un post pubblicato sulla propria pagina Facebook hanno annunciato un massiccio esodo a Roma per far valere le proprie ragioni sotto la sede della Corte Federale d’Appello. Sono già in tantissimi i tifosi che si sarebbero mobilitati: chi dal capoluogo siciliano e chi dal resto dell’Italia. L’appuntamento è per giovedì 23 maggio alle ore 13 (circa un’ora prima dell’inizio dell’udienza). Al fianco dei supporter rosanero dovrebbero esserci anche alcuni tifosi del Foggia. 

Con piccole e oculate manovre intanto la nuova proprietà del Palermo sta cercando di presentarsi nel miglior modo possibile all’appuntamento di giovedì. Sì all’aumento di capitale, ma non è tutto. “Sporting Network S.r.l. – si legge in un comunicato diramato sul sito ufficiale del club - a seguito dell’avvenuta acquisizione dell’intero capitale sociale della Palermo Football Club S.p.a. e delle partecipate U.S. Città di Palermo S.p.a. e Mepal S.r.l., definitivamente perfezionatasi in data 03.05.2019, comunica che: i soci hanno integralmente sottoscritto l’aumento di capitale sociale di cinque milioni come deliberato dall’assemblea straordinaria del 10 aprile versato il corrispettivo nelle casse sociali e fornito agli attuali amministratori del Palermo evidenza bancaria dei fondi messi a disposizione per tale complessivo ammontare. Sono stati già effettuati - continua il comunicato - i più imminenti pagamenti per garantire il regolare svolgimento delle attività correnti, comprese le retribuzioni dei dipendenti. Sono in corso d’opera gli adempimenti per la definizione in tempi brevi di tutti i debiti tributari e fiscali della Palermo Football Club S.p.a. e sue partecipate per l’ammontare di circa 4.400 milioni. Sono stati garantiti agli attuali amministratori dell’U.S. Città di Palermo S.p.a. gli ulteriori mezzi e strumenti finanziari idonei a comprovare la capacità finanziaria della Sporting Network S.r.l. e del gruppo imprenditoriale di riferimento a far fronte al ripiano della complessiva debitoria. E' stato costituito specifico fondo per sostenere ogni onere economico, anche di natura logistica, connesso alle attività del team di professionisti legali impegnati nella difesa dell’U.S. Città di Palermo S.p.a. in ogni sede, ordine e grado di giudizio, attuale e futura”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento