Le probabili formazioni di Palermo-Nola, Pergolizzi: "Non è più il tempo delle chiacchiere"

Contro il Nola (calcio d'inizio alle ore 15) in attacco giocherà uno fra Ricciardo e Sforzini. Accantonato per il momento l'esperimento del falso nueve

In attacco giocherà uno fra Ricciardo e Sforzini (nella foto)

Punto e a capo. Il Palermo vuole archiviare lo scivolone di domenica scorsa già da domani, quando sotto l’ombra di Monte Pellegrino (calcio d’inizio alle ore 15) arriverà il Nola, squadra ostica e in salute, ma vero e proprio talismano per i rosanero. Nei tre precedenti incontri con i campani infatti, il Palermo poi ha sempre festeggiato il salto di categoria e Pergolizzi non ha assolutamente intenzione di spezzare questa tradizione. Tanta abbondanza per il Palermo, soprattutto in avanti, dove nelle gerarchie Ricciardo adesso sembra stare al pari con Lucca e Sforzini.

Non sono ammessi ennesimi passi falsi: si è potuto evincere questo dalla conferenza stampa di Pelagotti in settimana, in cui il portiere rosanero ha parlato di "finali" da vincere ad ogni costo, con riferimento alle partite che mancano da qui alla fine, ma anche e soprattutto dalle parole di Pergolizzi, ritrovatosi, intanto, con il dito puntato da buona parte della tifoseria per aver stravolto l’undici iniziale a Licata.

“Le certezze sono fondamentali per qualsiasi squadra – ha detto il tecnico rosanero alla vigilia - specialmente quando mancano nove partite al termine del campionato. Non mollerò le certezze, ma non metterò mai da parte neanche l’idea di cambiare qualcosa sia per far fronte ad eventuali indisponibili che per dare nuovi stimoli alla squadra. Anche il modulo può essere una certezza, ma non può certamente cambiare la storia di una partita. A fare la differenza sarà sempre e soltanto la bravura dei miei ragazzi nel sapersi adattare ai vari momenti della partita. Ogni domenica è una partita da vincere, talvolta ci è andata bene altre volte un po’ meno. In questo momento per noi è molto importante dare continuità alle nostre prestazioni e ai nostri miglioramenti. Il match col Licata non intaccherà il nostro percorso, ho osservato la squadra durante la settimana, ho trovato un gruppo sempre sul pezzo. Ho detto loro che non è più il tempo delle chiacchiere, servono solo e soltanto punti pesanti". 

Ma dagli errori si impara e questa volta il Palermo tornerà a giocare con un centravanti di stazza, tanti centimetri a disposizione del tecnico rosanero in panchina, da capire però su chi ricadrà la scelta finale. “Sì - ha confermato Pergolizzi – domani torneremo a giocare con un centravanti di stazza, in passato ci è andata bene e questa potrebbe certamente essere una scelta da attuare domani. Giocherà uno fra Ricciardo e Sforzini, Lucca partirà dalla panchina. L’esperimento falso nueve però non è accantonato, noi dobbiamo essere bravi a mutare l’assetto tattico anche a partita in corso. Giocheremo contro una squadra in salute, ma soprattutto spensierata. Noi e il Nola facciamo due campionati diversi, abbiamo più pressioni e questo per me è un bene. In generale ho sempre preferito scendere in campo per vincere il campionato piuttosto che per provare a salvarmi. Detto ciò l’unica certezza che ho è che domani incontreremo le stesse difficoltà riscontrate finora e mi auguro che la mia squadra possa essere un po’ più serena, conosciamo le nostre potenzialità ma dobbiamo essere bravi nel metterle altrimenti – conclude - il gap con le altre si colma e diventa tutto più complicato". 

Qui Palermo 

Si va vero il classico 4-3-3 con due punte mobili che agiranno al fianco di uno dei tre “giganti”. Lucca insidia Ricciardo, quest’ultimo però a sua volta è insidiato da Nando Sforzini. Che al momento sembrerebbe l’indiziato numero uno per una maglia da titolare. Vaccaro è recuperato, ma la sua presenza in campo domani non è affatto scontata. In tal caso spetterebbe a Crivello scalare a sinistra, lasciando la coppia composta da Lancini e Peretti davanti a Pelagotti.. Pochi dubbi invece a centrocampo, perché il trio dovrebbe essere ancora una volta quello visto nelle ultime apparizioni con Martin, Martinelli e Langella. 

Qui Nola

Una stagione da incorniciare per i campani. Soprattutto questa seconda parte, visto che il Nola nelle ultime dieci partite ha conquistato la bellezza di ventidue punti. E gli uomini di mister Esposito proveranno l’impresa anche domani, quando al Barbera si ritroveranno un Palermo ferito per il ko di Licata. Maggio, Poziello e Gilberti il tridente offensivo dei bianconeri. 

Le probabili formazioni

PALERMO (4-3-3): Pelagotti; Doda, Lancini Peretti, Crivello; Langella, Martin, Martinelli; Felici, Sforzini, Floriano.

NOLA: Capasso; Sannia S., Raimondi, Sannia A.; Marigliano, Acampora, Cardone, Andrulli; Maggio, Poziello, Giliberti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Boom di contagi Coronavirus in residenza sanitaria a Villafrati, Razza: "Struttura isolata"

Torna su
PalermoToday è in caricamento