Palermo-Nola a porte aperte, Orlando: "Spero di non essere da solo allo stadio"

Nessuna restrizione dopo i tre casi di Coronavirus in città. Dal sindaco anche un auspicio per i colori rosanero: "Spero che il pubblico come sempre dia sostegno a questa squadra che ha avuto una battuta di arresto fortunatamente compensata dal ko del Savoia"

Orlando e Mirri al Barbera - foto Stadionews

Palermo-Nola, gara valevole per la ventiseiesima giornata del girone I della serie D di calcio, si giocherà regolarmente a porte aperte. A confermarlo è il sindaco, Leoluca Orlando, rispondendo a una domanda dei giornalisti che gli chiedevano di eventuali restrizioni dopo la scoperta di tre casi di Coronavirus in città che riguardano un gruppo di turisti bergamaschi giunti venerdì in città. "Partita a porte aperte? Certamente - risponde Orlando - e ritengo che non sarò solo". Dal sindaco anche un auspicio per i colori rosanero: "Spero che il pubblico palermitano, come sempre, dia sostegno a questa squadra che ha avuto una battuta di arresto fortunatamente compensata da una battuta d'arresto del Savoia". In questo momento la squadra guidata da Pergolizzi è prima in classifica con sette punti di vantaggio rispetto ai campani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A Palermo - ha poi aggiunto il sindaco - non c'e' nessuna ragione di allarme in merito al Coronavirus. Palermo e la Sicilia non sono ad oggi né 'zona rossa' ne' 'zona gialla'. Ho indotto chi deve decidere a evitare di farsi prendere dalla paura". Da Orlando anche un invito "a chi volesse visitare Palermo di venire in città e godere della sua ospitalità". Orlando ha poi colto l'occasione per esprimere un "grande apprezzamento" ai gestori dell'hotel Mercure in cui alloggia la comitiva di turisti bergamaschi che ha fatto registrare tre componenti positivi al Coronavirus: "Hanno avuto un comportamento professionale serio, che rappresenta una carta di credito per gli albergatori palermitani. Hanno collaborato senza nevrosi e isterie, senza creare inutili paure e mettendo al sicuro sia i loro ospiti che chi frequentava l'albergo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento