Il Palermo torna a sorridere, Marsala piegato 3-1: c'è gloria pure per Silipo

I lilibetani spaventano il Barbera: dopo l'1-0 di Mauri su rigore, l'ex Balistreri aveva raddrizzato la partita. A spaccare la partita ci ha pensato Langella al 73'. Nel finale va a segno il gioiellino di proprietà della Roma. Ma il Savoia non molla

L'esultanza dei giocatori del Palermo dopo l'1-0 al Marsala

Undici metri di felicità (questa volta) per il Palermo: perché il caso ha voluto che il nuovo anno si aprisse proprio con un calcio di rigore vincente dopo gli orrori dal dischetto andati in scena al Barbera contro il Troina. Né Ricciardo, né Ficarrotta, il gol dal dischetto è tutto di Mauri, e l’immagine di Pergolizzi con entrambe le mani in testa al momento dell’esecuzione dell’argentino la dice lunga su quanto importante fosse rompere questa tremenda maledizione per i suoi giocatori. Onore al Marsala che aveva persino trovato il pareggio con Balistreri nella ripresa sempre dagli undici metri, poi per fortuna di Pergolizzi, i cambi hanno dato i risultati sperati: Langella si è trovato nel posto giusto al momento giusto, sfruttando una disattenzione del portiere avversario e riportando i suoi compagni in vantaggio. Gloria nel finale anche per il nuovo acquisto Silipo. Marsala sconfitto 3-1 alla Favorita.

Una buona e una cattiva notizia per Pergolizzi alla prima dell’anno: forfait del francese Martin in mezzo al campo, uno di quei giocatori che finora ha sempre dato maggiori garanzie a centrocampo. Al suo posto c’è Mauri, fratello dell’ex Milan Josè, che in stagione ha raccolto un gruzzoletto di soli 122’ di minutaggio, spesso e volentieri giocando al di sotto delle aspettative. Spetterà proprio al centrocampista argentino (uno dei più positivi quest’oggi) con il prezioso ausilio di Kraja e Martinelli, provare a fare arrivare quanti più palloni possibili al trio offensivo dei rosa. Che a proposito, potrà contare ancora una volta sull’estro e la fantasia di un recuperato Felici, schierato regolarmente in campo al fianco di Ficarrotta e Ricciardo, dopo aver subito nei giorni scorsi una botta al ginocchio. Assente Sforzini che non siederà neanche in panchina, per via di un’improvvisa sindrome influenzale. Pelagotti fra i pali e non Fallani. Modulo soltanto apparentemente attendista quello di Terranova che con il suo classico 3-5-1-1 ha provato a sbancare il Barbera.  

rigore mauri-2Primo tempo gradevole, una frazione di gioco che ha visto protagonista il Palermo, anche e soprattutto con Ficarrotta. Tanti squilli a tinte rosa, ma per il gol del vantaggio bisognerà aspettare gli sgoccioli dei minuti di recupero, con il tapin vincente dagli undici metri di Mauri. Dal dischetto questa volta è andato proprio il centrocampista argentino e non Ricciardo, che nell’ultimo appuntamento dell’anno aveva fallito il penality proprio come accaduto all’andata con il Marsala. Che il Palermo abbia voglia di invertire il trend negativo casalingo (quattro punti nelle ultime quattro) lo si capisce sin dai primissimi minuti del match: oltre a Ficarrotta, anche Mauri, Kraja e Felici inseriscono il loro nome nel tabellino degli uomini più pericolosi dei rosa. La difesa biancoazzurra non è certamente un muro insormontabile e lo dimostrano i 25 gol incassati finora, ma là davanti ci sono i centimetri e l’esperienza in attacco dell’ex conoscenza del Palermo, Balistreri. E’ sua infatti la sponda per Padulano che per poco non beffa Pelagotti con un tiro violento dalla distanza. Dopo neanche un quarto d’ora di gioco la predisposizione offensiva di entrambe le squadre crea tantissimi spazi in mezzo al campo e a giovarne sono sicuramente i circa 15 mila del Barbera. Che esattamente alla metà del primo tempo balzano in piedi per la rete di Martinelli, annullata poi dal direttore di gara per una posizione di fuorigioco. Ci penserà Mauri, allo scadere del primo tempo, a far gioire la Favorita, trasformando il rigore guadagnato grazie al solito guizzo di Felici. 

Da un rigore a un altro: neanche il tempo di cominciare la ripresa e il Marsala trova incredibilmente il gol del pareggio. A trasformare in oro il penality è Balistreri. I rosa non reagiscono, così Pergolizzi decide di mandare in campo prima Langella al posto di Kraja e poi il nuovo acquisto Silipo per Felici. Tantissimi i fischi indirizzati verso il tecnico rosanero al momento della sostituzione, il talento di proprietà del Lecce fino a quel momento era sicuramente stato uno dei più positivi dei rosa. Eppure saranno proprio i due neo entrati, in questo caso Langella, a riportare il Palermo in vantaggio, complice però un erroraccio di Russo su un pallone vagante – ma per nulla pericoloso – all’interno dell’area di rigore. Il Marsala accusa il colpo, Terranova prova a giocarsi il tutto per tutto con una serie di cambi, che però, non portano i risultati sperati. Anche perché Pergolizzi nei minuti finali del match decide di salvaguardare il vantaggio, togliendo un deludente Ricciardo per inserire una pedina difensiva come Accardi. Nei minuti di recupero c’è tempo anche per il gol del giovanissimo Silipo, capace prima di sfidare mezza difesa del Marsala e poi di trovare un capolavoro da posizione defilatissima. Fortuita o meno, quella del giocatore di proprietà della Roma resta una perla di rara fattura. Punto esclamativo. Il Palermo torna al successo, una vittoria alla prima del nuovo decennio che mancava addirittura dal lontano 1950. Ricciardo e compagni torneranno in campo sabato prossimo sul campo del San Tommaso. Il Savoia però non molla: vince 2-0 con gli irpini e resta in scia.

Il tabellino di Palermo-Marsala

Marcatori: 45’+ 4 Mauri; 49’ Balistreri; 73’ Langella; 90’+ 3 Silipo.

PALERMO: Pelagotti 6, Doda 6, Crivello 6, Lancini 6, Vaccaro 6; Martinelli 6,5, Mauri 6; Kraja 5,5 (56’ Langella 7); Ficarrotta 6, Ricciardo 5 (88’ Accardi s.v.), Felici 6,5 (68’Silipo 7). All. Pergolizzi. 6
MARSALA: Russo; Cascio, Gallo, Scoppetta, Inzoudine (76’ Maiorano), Candiano, La Vardera (79’Celesia), Lorefice, Balistreri, Padulano, Rizzo (88’ Lo Iacono). All. Terranova.
ARBITRO:  Leonardo Tesi
NOTE – Ammoniti: 30’ Gallo; 49’ Pelagotti; 79’ Langella; 81’ Candiano; Balistreri 90’.

Classifica

Palermo 44
Savoia 41
Giugliano 32
Licata 32
Acireale 31
Troina 31
FC Messina 30
Biancavilla 29
Cittanovese 28
ACR Messina 26
Nola 20
Castrovillari 20
Marina di Ragusa 18
Marsala 18
Roccella 15
San Tommaso 12
Corigliano 11
Palmese 8

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento