Palermo-Foggia, le probabili formazioni: Stellone svela gli undici titolari

Dopo le due sconfitte consecutive e il caos societario i rosanero scendono in campo nel posticipo contro i satanelli. Il tecnico è a rischio esonero: "Vincere aiuta a vincere, sono sicuro che i problemi verranno risolti"

Jajalo in azione col Foggia l'anno scorso

Palermo, per fortuna si gioca anche a calcio. Ma col Foggia (domani sera alle ore 21) ci sarà ancora da stringere i denti: sorrisi a metà per Stellone che se da un lato recupera il norvegese Aleesami, dall’altro invece dovrà fare a meno di Rajkovic, Nestorovski e Mazzotta. E intanto continua a mietere “vittime” il terreno di Boccadifalco: si fa male anche Gunnarsson, il norvegese in prova con il club rosanero. 

Inglesi che se ne vanno, direttori sportivi ufficiosamente sulla graticola e un imbarazzante assenteismo a Milano per l’ultimo giorno di calciomercato. In dieci giorni è successo davvero di tutto dalle parti di viale del Fante e sarà compito di Trajkovski e compagni provare a disinnescare una bomba momentaneamente inesplosa, ma che rischia comunque di radere al suolo tutto quello che di buono è stato fatto finora. Perché dopo i due scivoloni consecutivi anche Stellone, che oggi ha dato gli undici titolari che giocheranno col Foggia, sarebbe finito sotto la lente d’ingrandimento di Facile, motivo per cui l’ennesimo ko con il Foggia potrebbe costar caro al tecnico 41enne.

“Specialmente in un mondo come quello del calcio – confessa Stellone in sala stampa – siamo sempre tutti in discussione, io dal canto mio non posso che continuare a lavorare con serietà e serenità. Tutto questo fa parte del gioco e sono convinto che alla fine il Palermo arriverà dove deve arrivare. Sicuramente – continua - tutta questa situazione societaria non ha aiutato, ma ciò non vuol dire che sia questo il motivo principale delle ultime prestazioni. La società sta lavorando per il bene di questi colori e quindi sono sicuro che i problemi verranno risolti. Ultimamente è venuta a mancare un po’ di concentrazione, sia io che la squadra non cerchiamo alcun alibi e abbiamo tanta voglia di riscattarci. Finalmente – confessa - si è chiuso il mercato – noi siamo felici di essere rimasti gli stessi, d’altronde – aggiunge -  sono pur sempre i ragazzi dei 13 risultati utili consecutivi. Con Foschi c’è sempre stata totale sinergia”.

E se il Palermo doveva – e dovrà -  cercare di non andarsi a impelagare nelle stesse identiche trappole della passata stagione, per il momento non si può certo dire che il giro di boa sia iniziato nei migliori dei modi, anzi. Chi sta dietro scalpita per sedere sul gradino più alto, così Stellone, già da domani sera, proverà a rialzare la testa contro un Foggia rimodellato dal mercato invernale. “Davanti a Brignoli – confessa il tecnico rosanero – giocheranno Bellusci e Szyminski, a destra ci sarà Salvi mentre a sinistra tornerà Aleesami. Jajalo, Haas e Murawski a centrocampo con Trajkovski e Falletti alle spalle di Puscas. Penso soltanto a domani e ai tre punti, perché so benissimo quanto vincere possa aiutare a vincere, mentre perdere può soltanto farti perdere fiducia. E sia io che la squadra sappiamo cosa vogliamo. Di certo non mi fascio la testa per le ultime due partite e di certo non penso che sia già tutto finito. Lavoriamo – conclude – perché avremo tanti altri impegni difficili da qui alla fine del campionato”.

Qui Palermo

Col Foggia a carte scoperte: ennesima bocciatura per il centrocampista palermitano Luca Fiordilino, che fino a qualche ora fa era prepotentemente in corsa per una maglia da titolare al fianco di Jajalo. E invece in mezzo al campo ci saranno Haas e Murawski. Stellone cerca disperatamente gol dall’attacco, domani sera spetterà a Puscas provare a spezzare un lungo digiuno.

Qui Foggia

Sono otto in tutti i volti nuovi portati in Puglia dal ds Nember fra prestiti e acquisti, molti dei quali scenderanno in campo domani. Modulo a specchio per il tecnico dei foggiani, Padalino: Kragl, Greco e Gerbo a centrocampo con Deli, Gazzano e Mazzei pronti a insidiare Brignoli. 

Probabili formazioni

PALERMO (4-3-2-1): Brignoli; Salvi, Bellusci, Szyminski, Aleesami; Haas, Jajalo, Murawski; Falletti, Trajkovski; Puscas.

FOGGIA (4-3-2-1): Leali; Ngawa; Loiacono, Martinelli, Ranieri; Gerbo, Greco, Kragl; Deli, Galano; Mazzeo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Col cuore pieno di tristezza devo dire che non c'è due senza tre. Guardando in faccia la realtà mi dispiace ma la situazione non depone per l'ottiimismo. Forza Palermo.

Notizie di oggi

  • Politica

    Cambiano gli assessori, il 2 marzo la nuova Giunta: intanto si dimette Cusumano

  • Politica

    Esplode il M5S, botta e risposta Trizzino-Forello: "Nuovo Saviano anti cinquestelle", "Ingiurie"

  • Cronaca

    Raddoppiano gli accessi all'isola ecologica dello Sperone, la Rap: "Servono altri 20 centri"

  • Cronaca

    Il colpo al Gran Cafè di piazza San Domenico, refurtiva trovata alla Vucciria

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, camion travolge auto: morto un magistrato

  • Video porno con ragazzine dietro la scomparsa: "Maiorana morti per i ricatti che il padre organizzava"

  • La nuova mafia a Palermo, ecco chi comanda: "Quindici mandamenti gestiti da 81 famiglie"

  • Giovanni e una vita tra toga, famiglia e pallone: "Magistrato di spessore, uomo serio e preparato"

  • Il migliore cardiochirurgo del mondo? Lavora a Villa Sofia: "Così ha salvato una donna"

  • Ripetitore sospetto vicino casa del presidente Mattarella, indaga la Procura

Torna su
PalermoToday è in caricamento