Corini arriva a Palermo: "Sono felice ed emozionato"

Queste le prime parole del neo allenatore rosanero che ha preso il posto dell'esonerato De Zerbi. La firma del contratto allo stadio, poi il primo allenamento a Boccadifalco. "So che mi aspetta un lavoro duro, ma sono abituato a imprese ardue"

Eugenio Corini all'uscita dello Stadio

Il Genio è sbarcato in città. Poco dopo le 11 il neo allenatore del Palermo Eugenio Corini è atterrato a Punta Raisi. Un breve passaggio a Mondello per posare le valigie e poi via allo stadio per firmare il contratto che lo legherà alla società rosanero fino a giugno (con rinnovo automatico in caso di salvezza). Poi di pomeriggio il primo allenamento a Boccadifalco.

"Sono felice ed emozionato - queste le prime parole di Corini - e mi rendo conto che mi aspetta un lavoro duro, ma io sono abituato a portare avanti le imprese ardue. Ho accettato ben volentieri di tornare a Palermo, su invito del presidente Zamparini, che però ancora non ho incontrato". Corini - che prende il posto di Roberto De Zerbi - ha già vissuto un'intensa esperienza nel club rosanero, indossando la maglia numero 5 e i gradi di capitano in particolare nella straordinaria cavalcata che nella stagione 2003/04 portò la squadra siciliana dalla serie B alla serie A dopo ben 32 anni di digiuno.

CORINI: "LA VERA LOTTA SARA' CON ZAMPARINI"/VIDEO

IL SALUTO DEL SINDACO - "Porgo il mio bentornato a Palermo a Eugenio Corini - si legge in una nota - che dopo i suoi fantastici anni da Capitano con la maglia rosanero, oggi da allenatore è chiamato al compito di condurre la nostra squadra ad un tranquillo mantenimento della categoria. Questo è anche occasione per sottolineare come sia utile in questo momento difficile restare, tifosi, squadra, dirigenza e istituzioni, uniti perché i risultati della squadra siano all'altezza delle aspettative della città".

IN TRIBUNALE? - Potrebbe finire in tribunale il divorzio con l'ex allenatore Roberto De Zerbi. "Chiederò la risoluzione del contratto per gravi inadempienze - ha detto il presidente Maurizio Zamparini - e sono molto deluso perché questa, più che un'offesa a me, è un'offesa al pubblico di Palermo e alla sua passione". A De Zerbi, Zamparini contesta il fatto di non aver schierato la migliore formazione nella partita di Coppa Italia contro lo Spezia, come sarebbe stato promesso dal tecnico al presidente. Questa sarebbe stata una 'grave inadempienza' perché non avrebbe permesso al Palermo di superare il turno. Il presidente potrebbe così evitare di versare quasi due anni di ingaggio più la clausola anti-esonero da mezzo milione di euro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento