Gli strani casi di Ilicic e Bacinovic... Che fine ha fatto il Palermovic?

La terza tribuna per il centrocampista e la prima panchina per il mancino che ieri dopo il terzo cambio ha abbandonato il campo. Mangia ha provato a minimizzare, ma il malessere è sotto gli occhi di tutti

Josip Ilicic © TM NewsInfophoto

La terza tribuna per Bacinovic e la prima panchina per Ilicic. Devis Mangia, per il momento, ha mandato in soffitta il Palermo degli sloveni. E il 3-2 col Cagliari ha dato ragione al tecnico. Ma se il mister sembra essere tranquillo nella gestione dei due casi, i giocatori lo sono un po' meno.

ILICIC NERVOSO. Minuto 32 del secondo tempo della partita di ieri. Miccoli esce tra gli applausi del pubblico subito dopo il 3-0 ed entra Hernandez. Esauriti i cambi, Ilicic invece di aspettare il fischio finale in panchina si dirige negli spogliatoi. Nulla di gravissimo, ma sono atteggiamenti che danno fastidio agli allenatori e, spesso, anche ai compagni. Mangia, a fine gara, ha provato a minimizzare l'accaduto e a chiarire serenamente con motivazioni tecniche l'esclusione del numero 27 che non aveva convinto nelle prime due uscite,  soprattutto a Bergamo. Sul ritorno anticipato del giocatore negli spogliatoi ha detto: "Probabilmente è anche una mancanza mia perché non ho ancora detto ai ragazzi che preferirei restassero in panchina". Sull'assenza dall'undici titolare del mancino ha spiegato:  "Stravedo per Josip ma giocando contro il Cagliari che gioca a rombo a centrocampo ho preferito che avessimo ampiezza sul campo, ho preferito Bertolo, un destro sulla fascia destra, per evitare che gli esterni si accentrassero troppo, sapendo che Zahavi già tende a farlo". Dietro le parole ai giornalisti, c'è un Mangia che sta cercando la migliore collocazione per uno degli elementi tecnicamente più validi della squadra. Tant'è che nell'allenamento di stamattina ha provato lo sloveno in posizione avanzata alle spalle di un'unica punta. Se Ilicic si svegliasse dal torpore, comunque, darebbe una grossa mano all'allenatore nella risoluzione del caso.

E BACINOVIC? Diversa la vicenda che riguarda Armin Bacinovic. Il centrocampista che l'anno scorso aveva sorpreso tutti, garantendo qualità in mezzo pare aver smarrito le sue doti. Non sembrava essere nei piani di Pioli e per questo aveva rumoreggiato negli ultimi giorni di mercato chiedendo una cessione, attraverso il suo procuratore. Con l'arrivo del nuovo allenatore, la situazione non è cambiata. Tre partite di campionato e tre tribune. Bacinovic, a dire il vero, negli allenamenti appare poco convinto e anche leggermente appesantito. Tutto un altro giocatore rispetto a quello che si era fatto apprezzare nella stagione di esordio in serie A. Anche lui, 22 anni a ottobre, è un patrimonio della rosa del Palermo. Più regista, ma meno dinamico di Acquah e Della Rocca, Bacinovic potrebbe far coppia con Barreto, che sembra ormai  l'unico inamovibile in mediana. Bisogna capire se il giocatore, con l'aiuto di Mangia, riuscirà a risvegliare il fuoco sacro che aveva animato le sue prime prestazioni in rosanero.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento