Il Palermo dilaga: 4-1 al Carpi, il Brescia ora è lontano solo un punto

Al Barbera show dei rosanero. Nel primo tempo la sblocca Falletti all'11', raddoppio quattro minuti più tardi di Nestorovski. Gli emiliani accorciano con Mustacchio ma poi restano in 9. Nel finale arrotondano Puscas e ancora il bomber macedone

Falletti in azione in Palermo-Carpi - foto Palermo-Today

Il Palermo alza la cresta e cala il poker al Barbera: 4-1 al Carpi. Primo tempo show, qualche scricchiolio nella ripresa. Poi per fortuna dei rosa Pasciuti e Kresic perdono la testa e nel giro di dieci minuti lasciano i compagni in nove contro undici. Così il Palermo fa festa al Barbera: Nestorovski ne segna due e dedica questa vittoria a Foschi, Falletti trova finalmente il suo primo gol fra le mura amiche, mentre Puscas si conferma bomber di razza.

Qualcosa però andrà sicuramente rivista, perché l'approccio nel secondo tempo non è stato dei migliori. Ciò che conta però sono comunque i tre punti. Un bottino prezioso che in virtù dei passi falsi di Benevento e Verona permettono al Palermo di allungare da chi sta dietro, ma soprattutto di avvicinarsi a chi invece occupa la posizione più alta della classifica. Il Brescia ora è a meno uno.

Confermate le sensazioni della vigilia. Stellone vira ìsu uno dei suoi moduli prediletti: vale a dire il 4-4-2 pronto in fase di non possesso a mutarsi in un 4-2-4. Tanta corsa e fantasia a servizio dei rosa: Rispoli e Aleesami esterni bassi, con Trajkovski e Falletti esterni di centrocampo. Murawski e Jajalo in mezzo al campo con Puscas e Nestorovski in avanti. A Bellusci e Rajkovic il compito di tamponare le manovre offensive di Mustacchio e Arrighini. Perché mister Castori (mai vittorioso con il Palermo) si affida anche e soprattutto ai suoi due attaccanti per provare a portare a casa punti pesanti in chiave classifica. Inizialmente però qualcosa non ha funzionato, il miglior Carpi si è visto sicuramente nella ripresa, giocando a viso aperto e portando tanti uomini nella metà campo avversaria.

L’idea del Palermo invece è quella di aggredire fin da subito il Carpi. Proprio come confessato ieri pomeriggio in conferenza dal tecnico rosanero. E infatti nel giro di un quarto d’ora il Carpi è già sotto 2-0. Che l’approccio degli emiliani non sia stato dei migliori però lo si capisce dopo neanche 30 secondi. Lo squillo – guarda un po’ - arriva proprio dalla corsia di destra, più precisamente dai piedi caldi e mai così decisivi (gol e assist quest’oggi) di Cesar Falletti: cross dell’uruguaiano, velo di Nestorovski e impattata di Puscas. Attento Piscitelli. Soltanto prove del gol per il Palermo che dieci minuti più tardi va avanti 1-0  con un diagonale vincente di Falletti. Pallone raccolto da Puscas, bravo a cercare Nestorovski che di testa manda il fantasista numero 20 a tu per tu con Piscitelli. Primo gol al Barbera per Falletti in maglia rosa. Il Carpi accusa il colpo e così crolla. Falletti ringrazia il suo capitano e quattro minuti più tardi gli ricambia anche il favore, mandando in rete proprio Nestorovski. Palermo avanti 2-0. Tutto molto bello. Poi Falletti accusa un dolore all’inguine e lascia il terreno di gioco per il palermitano Fiordilino. Decisivo Falletti quest’oggi: gol e assist per lui.

Dall’entusiasmo dell’intervallo al gelo totale d’inizio ripresa. Il Palermo resta negli spogliatoi e regala al Carpi la possibilità di riaprire una pratica che sembrava già virtualmente archiviata. Cross dalla destra di Pasciuti, dormita di Bellusci, Rajkovic e Rispoli e gol di Mustacchio. Il Carpi c’è. Tanto che al 58’ gli emiliani sfiorano anche il pareggio con un cross velenosissimo di Mustacchio che taglia tutta l’aria di rigore.  Attentissimo Brignoli. Proprio quando gli ospiti danno l’impressione di poter essere pericolosi, ecco che cambia completamente l’inerzia della partita. A distanza di dieci minuti sia Pasciuti che Kresic perdono inspiegabilmente la testa e per reazioni eccessive nei confronti del direttore di gara vengono espulsi. I rosa ne approfittano e prima con Puscas e poi con Nestorovski mettono un sigillo alla partita. Il Palermo cala il poker e allunga da Benevento e Verona che ieri pomeriggio invece hanno steccato. Gli uomini di Stellone avranno a disposizione due settimane per preparare il prossimo impegno in quel di Cosenza. Si torna in campo sabato 30 marzo.

Tabellino e pagelle

Marcatori: Falletti 10’; Nestorovski 14’; Mustacchio 46’; Puscas 85’; Nestorovski 87’
PALERMO 4: Brignoli 6,5, Rispoli 5,  Bellusci 6, Rajkovic 6, Aleesami 6, Falletti  7(41’ Fiordilino 6), Murawski 6 (57' Haas  6 ), Jajalo 6,5 , Trajkovski 6,5 , Puscas 7, Nestorovski 7,5 (87' Moreo s.v.). All. Roberto Stellone. 7
CARPI 1: Piscitelli, Poli, Kresic, Sabbione, Rolando, Jelenic, Pasciuti, Di Noia, Piscitella (Vitale 71’), Mustacchio (Marsura 84’), Arrighini (Vano 57’ ) All. Castori
ARBITRO: Luca Massimi. 6,5
Note – Ammoniti: Kresic 44’; Jelenic 54’; Rajkovic 62’; Di Noia 66’; Pasciuti 69’; Pasciuti 69’; Vano 80’; Kresic 81’;
Espulsi: Pasciuti 69’. Kresic 81’

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

Torna su
PalermoToday è in caricamento