Colpo di scena, Mirri ci ripensa: 2,8 milioni nelle casse del Palermo, -4 scongiurato

La lunga telenovela sembra giunta al termine: dopo l’iniziale rifiuto, l’imprenditore palermitano ha accettato di risedersi al tavolo con Foschi. In nottata le firme, domani il bonifico urgente. Evitata la penalizzazione

Dario Mirri

Accordo trovato con Mirri, penalizzazione evitata. Vittoria da 4 punti messa a segno in serata da Foschi alla fine di una telenovela. L’imprenditore palermitano verserà 2,8 milioni nelle casse del club in cambio della gestione della pubblicità al Barbera per i prossimi 4 anni (e non 5 come proposto in un primo momento). Questi soldi insieme ai 600 mila euro che arriveranno dalla Lega per la mutualità permetterà alla società rosanero di pagare gli stipendi ed evitare dunque la penalizzazione.

Insomma se venerdì sera si sono persi 2 punti al 92’ contro il Brescia, stasera il Palermo ne potrebbe aver guadagnati 4. Fondamentali per la corsa alla serie A. Eppure nel pomeriggio tutto sembrava perduto. Con Mirri che non aveva risposto alla chiamata di Foschi dopo che inizialmente il presidente pro tempore aveva rifiutato la proposta del titolare della Damir. Ma poi in serata il colpo di scena: l’insistenza del club rosanero ha sortito effetto e Mirri ("Per amore del Palermo", dice chi lo conosce bene) ha risposto presente. In nottata le due parti si incontrerano per firmare le carte e domani (lunedì) partirà il bonifico urgente. A meno di clamorosi dietrofront (opportuna precisazione visti i precedenti).

Una mossa che dà un paio di mesi di tranquillità al duo De Angeli-Foschi, che hanno preso in mano la società dopo l’addio degli inglesi. Anche se il vero colpo sarà quello di riuscire a trovare qualcuno che rilevi la società e investa quel che serve per portare i rosanero agli splendori di 8 anni fa. Quando all’Olimpico si giocava la finale Coppa Italia. I tifosi non meritano lo stillicidio attuale.

La notizia - lanciata da PalermoToday in serata - è stata poi confermata dal Palermo intorno alla mezzanotte con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale: "L'U.S. Città di Palermo e la Damir srl annunciano con soddisfazione di aver raggiunto un’intesa grazie alla quale sarà possibile proseguire con rinnovato entusiasmo il cammino verso la promozione. Si apre così, con l’appassionata partecipazione di un imprenditore locale, una nuova fase della storia del Palermo, che ci si ripromette di portare all’altezza della città e della tifoseria. Il Presidente del Palermo, Rino Foschi, ringrazia la famiglia Mirri per lo sforzo e la disponibilità dimostrati in questi giorni, a testimonianza del grande attaccamento ai colori rosanero e alla città di Palermo. Hanno consentito di raggiungere tale importante obiettivo con il loro contributo professionale lo studio legale Mazzarella con l’avvocato Alessandro Maggio, la Capitalink con il dottor Giancarlo Ciacciofera ed il dottor Sandro Rao".

Questo il commento del sindaco Orlando: “La soluzione individuata per salvare il Palermo da una grave penalizzazione spero che sia segnale e fautrice di una vera svolta. Confermo l’importanza e la disponibilità per una collaborazione con Fgci e Lega Calcio per superare confusione e incertezze sulla proprietà”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (22)

  • Questa è una soluzione tampone, i problemi rimangono e non sono di facile soluzione. c'è soltanto da augurarsi che prima possibile foschi (Zamparini) riesca a trovare un acquirente serio ed economicamente forte, in tutto questo non si può che ringraziare quel signore friulano che è riuscito a distruggere tutto ciò che poteva distruggere, spero di cuore che non si faccia mai più vedere a Palermo e che il Palermo stesso rinasca dalle sue ceneri

  • Grazie sempre ed ancora al friulano che sta dimostrando suo attaccamento...

  • Qualunque sia il motivo, ringraziamo il signor Mirri per aver evitato il -4 in classifica. A tutti quelli che come al solito sanno solo criticare sempre e comunque, invito a metterli loro di tasca propria questi soldi.

    • Avatar anonimo di Klauss
      Klauss

      sicuramente il signor Marco lo farebbe...e senza chiedere nulla in cambio

  • Sicuro? Ho i miei dubbi!

    • Ma sicuro che? Mica ha acquistato il club!

  • grazie Zamparini per tutto questo..

  • Ottimo.. ma è, purtroppo, soltanto una soluzione tampone

  • o per amore o per altro l'importante è evitare il -4 .......chi mette 3 milioni per amore?

  • E adesso sorbitevi la sua pubblicità per ben 5 anni..

    • È il minore dei mali.

      • Punti di vista.

    • Sua o di qualcun altro non vedo la differenza per i tifosi.... Magari la società si pentirà in termini economici non certo qualitativi

      • Per i tifosi non cambia nulla...

  • Sciacallo.... altro che amore

    • Avatar anonimo di Massimiliano
      Massimiliano

      Mettili tu 2,8milioni di euro senza sapere se in futuro il Palermo esisterà o no.Facile con i soldi degli altri....

      • Stanno giocando una partita a Poker.

    • Avatar anonimo di Giuseppe Biondo
      Giuseppe Biondo

      Sciacallo... Sto qui rischia di perdere 4 milioni se non spunta un acquirente e il Palermo calcio fallisce. Sempre a giudicare frettolosamente senza avere un quadro completo della vicenda: non perdiamo mai le "buone" abitudini,eh...

      • C'è gente che parla tanto per parlare, ma in buona sostanza non sanno quel che dicono

  • Domani mattina ci saranno altri mille problemi. Scommettiamo?

  • Sono riusciti a tamponare il disastro ma il vero colpo sarà riuscire a trovare qualcuno che rilevi la società se no si rischia di sparire.

  • speriamo sia vero ...

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento