Colpo di scena, Mirri ci ripensa: 2,8 milioni nelle casse del Palermo, -4 scongiurato

La lunga telenovela sembra giunta al termine: dopo l’iniziale rifiuto, l’imprenditore palermitano ha accettato di risedersi al tavolo con Foschi. In nottata le firme, domani il bonifico urgente. Evitata la penalizzazione

Dario Mirri

Accordo trovato con Mirri, penalizzazione evitata. Vittoria da 4 punti messa a segno in serata da Foschi alla fine di una telenovela. L’imprenditore palermitano verserà 2,8 milioni nelle casse del club in cambio della gestione della pubblicità al Barbera per i prossimi 4 anni (e non 5 come proposto in un primo momento). Questi soldi insieme ai 600 mila euro che arriveranno dalla Lega per la mutualità permetterà alla società rosanero di pagare gli stipendi ed evitare dunque la penalizzazione.

Insomma se venerdì sera si sono persi 2 punti al 92’ contro il Brescia, stasera il Palermo ne potrebbe aver guadagnati 4. Fondamentali per la corsa alla serie A. Eppure nel pomeriggio tutto sembrava perduto. Con Mirri che non aveva risposto alla chiamata di Foschi dopo che inizialmente il presidente pro tempore aveva rifiutato la proposta del titolare della Damir. Ma poi in serata il colpo di scena: l’insistenza del club rosanero ha sortito effetto e Mirri ("Per amore del Palermo", dice chi lo conosce bene) ha risposto presente. In nottata le due parti si incontrerano per firmare le carte e domani (lunedì) partirà il bonifico urgente. A meno di clamorosi dietrofront (opportuna precisazione visti i precedenti).

Una mossa che dà un paio di mesi di tranquillità al duo De Angeli-Foschi, che hanno preso in mano la società dopo l’addio degli inglesi. Anche se il vero colpo sarà quello di riuscire a trovare qualcuno che rilevi la società e investa quel che serve per portare i rosanero agli splendori di 8 anni fa. Quando all’Olimpico si giocava la finale Coppa Italia. I tifosi non meritano lo stillicidio attuale.

La notizia - lanciata da PalermoToday in serata - è stata poi confermata dal Palermo intorno alla mezzanotte con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale: "L'U.S. Città di Palermo e la Damir srl annunciano con soddisfazione di aver raggiunto un’intesa grazie alla quale sarà possibile proseguire con rinnovato entusiasmo il cammino verso la promozione. Si apre così, con l’appassionata partecipazione di un imprenditore locale, una nuova fase della storia del Palermo, che ci si ripromette di portare all’altezza della città e della tifoseria. Il Presidente del Palermo, Rino Foschi, ringrazia la famiglia Mirri per lo sforzo e la disponibilità dimostrati in questi giorni, a testimonianza del grande attaccamento ai colori rosanero e alla città di Palermo. Hanno consentito di raggiungere tale importante obiettivo con il loro contributo professionale lo studio legale Mazzarella con l’avvocato Alessandro Maggio, la Capitalink con il dottor Giancarlo Ciacciofera ed il dottor Sandro Rao".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo il commento del sindaco Orlando: “La soluzione individuata per salvare il Palermo da una grave penalizzazione spero che sia segnale e fautrice di una vera svolta. Confermo l’importanza e la disponibilità per una collaborazione con Fgci e Lega Calcio per superare confusione e incertezze sulla proprietà”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Coronavirus, come ordinare da mangiare a domicilio: la lista delle attività a Palermo e provincia

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

Torna su
PalermoToday è in caricamento