Il Città di Petralia Soprana festeggia: a Mocciaro e Fucà l'Oscar dell’allenatore di calcio

In attesa che prenda il via il campionato di prima categoria che vedrà la squadra, domenica prossima, sfidare in casa l'Asd Cerda, la società si gode i riconoscimenti ottenuti grazie ai successi dello scorso anno

Domenica prossima inizia il campionato di prima categoria e si entra nel vivo. Intanto, il Città di Petralia Soprana, che ha anche modificato l’assetto dirigenziale, si gode i riconoscimenti arrivati per gli allenatori Pietro Mocciaro e Marco Fucà. Entrambi hanno ricevuto l’Oscar dell’allenatore di calcio da parte dell'Aiac, associazione italiana allenatori calcio, per i successi ottenuti nello scorso campionato: Mocciaro per la promozione in prima categoria battendo in finale il Petralia Sottana dopo avere sconfitto anche il Corleone e Fucà, allenatore dei giovanissimi assieme a Claudio La Placa, per avere ottenuto assieme ai suoi ragazzi il secondo posto nella classifica relativa alla coppa disciplina del campionato under 15 della provincia di Palermo.

Un riconoscimento che oltre ai protagonisti va a tutta la società che ha supportato la squadra in ogni momento creando il clima, l’entusiasmo e la serenità che serve sempre quando bisogna raggiungere risultati importanti. Una bella sorpresa anche per il neo presidente Paolo Parisi che è subentrato al sempre attivo Giuseppe Di Gangi che è rimasto tra i dirigenti in qualità di cassiere. Con loro fanno parte del direttivo anche Nicola Iuppa che riveste la carica di vice presidente, Giuseppe Fiandaca che farà da segretario, Gandolfo Librizzi che collaborerà come cassiere e Salvatore Sabatino al quale è stato affidato ruolo di direttore sportivo.

Un bel gruppo che lavora già da qualche mese non solo per allestire una squadra competitiva e all’altezza del nuovo campionato di prima categoria ma anche per trasmettere i valori dello sport che non si esaurisce con la prestazione domenicale ma deve essere una filosofia di vita. In tal senso il 2 settembre scorso, alla presenza di Vincenzo Chiavetta, psicologo dello sport del settore giovanile della Lazio, hanno organizzato un confronto tra i genitori dei ragazzi e la società per discutere di tematiche come il rapporto genitore-allenatore, l’analisi di atteggiamenti e comportamenti dei genitori a bordo campo, le motivazioni dei giovani calciatori e le aspettative dei genitori.

La società del Borgo più bello d’Italia oltre ad essere iscritta al campionato di prima categoria, attraverso la scuola calcio per ragazzi e ragazze, valorizza i giovani partecipando ai campionati di esordienti, giovanissimi e allievi utilizzando il campo sportivo “Pietro Sorrentino” di Petralia Soprana centro al quale tra non molto si aggiungerà quello di SS. Trinità in erba sintetica i cui lavori sono in dirittura di arrivo. Sui possibili risultati della nuova stagione sportiva la società non si sbilancia. L’obiettivo è quello di sostenere un bel campionato di prima categoria e allo stesso modo per gli allievi under 17 provinciali, under 15 provinciali ed esordienti. Quest’anno sarà intrapreso altresì un percorso calcistico con i pulcini e i primi calci. Lo staff sarà di primordine con tecnici tesserati Figc, preparatori atletici, preparatori dei portieri, psicologi, nutrizionisti e fisioterapisti. Tutto ciò in collaborazione con la scuola, il Comune e la Chiesa. Un pensiero importante i dirigenti del Città di Petralia Soprana lo rivolgono anche agli Ultras Boys e agli sponsor che daranno sicuramente un contributo per far crescere questa la Società. Il primo appuntamento della stagione domenica prossima in casa contro Asd Cerda alle 15:30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento