Squadra che vince non si cambia: Palermo a Nola con il tridente delle meraviglie

Confermato il blocco di domenica scorsa, col trio Felici-Ricciardo-Santana. Unico dubbio Martinelli, non ancora al meglio. Dopo 26 anni i rosanero tornano a giocare contro la squadra campana. Pergolizzi: "Sfida delicata, dobbiamo restare coi piedi per terra"

Rosario Pergolizzi

Felici, Ricciardo e Santana: Pergolizzi dà lustro al suo tridente pesante per la delicata trasferta di Nola (calcio d’inizio domani alle 14,30).  Squadra che vince non si cambia, specialmente se il filotto di successi consecutivi è già a quota otto. Confermato il blocco di domenica scorsa, unico dubbio a centrocampo, con Martinelli che "non è ancora al cento per cento”, ha detto alla vigilia il tecnico rosanero. 

Sfida d’altri tempi per il Palermo, ventisei anni dopo si torna a giocare sul campo del Nola. Per scovare l’ultimo incrocio fra queste due squadre bisogna andare a ritroso nel tempo fino al lontano 23 maggio del 1993. Era l’ultima giornata del campionato di Serie C1 (con i rosa certi della promozione in B) e in quell’occasione fu proprio il Nola ad avere la meglio per 2-0 sul Palermo. "Una sfida delicata" l’ha definito così Pergolizzi il nono appuntamento stagionale del suo Palermo. “Giocheremo contro una squadra giovane - ha detto il tecnico rosanero - che gioca un bel calcio e inoltre cambia anche spesso assetto tattico. Ci sarà un’atmosfera delle grandi occasioni e sono sicuro che ci daranno filo da torcere. Contro il Palermo gli avversari sanno che devono dare il cento per cento, noi invece dovremo prestare molta attenzione ai particolari”. 

Quali stimoli per una squadra che è già arrivata a otto successi consecutivi, distaccando le inseguitrici già di otto punti? Ne avranno sicuramente parlato in settimana Pergolizzi e i suoi uomini, chiamati all’ennesimo esame di maturità nel campo di una delle formazioni italiane ad aver disputato il maggior numero di campionati in Serie D. "Penso che sia normale - confessa il tecnico rosanero - un leggero calo fisiologico dopo otto vittorie di fila. I ragazzi però conoscono l’importanza della partita, spetta a me invece valutare la condizione fisica e mentale di ogni singolo giocatore. Una cosa è sicura: otto vittorie consecutive non sono facili da fare, questo merito, questo riconoscimento non ce lo toglierà nessuno. Sappiamo che ci saranno difficoltà nel corso della stagione, per questo dobbiamo restare con i piedi saldamente ancorati per terra”.

Insomma, per il Palermo sarà fondamentale azzerare quanto fatto finora e pensare solo ed esclusivamente ai prossimi tre punti. Anche e soprattutto per questo Pergolizzi non intende cambiare assolutamente l’undici titolare, una squadra che finora ha dato fin troppe garanzie. "Devo ammettere che i tre lì davanti mi stanno dando tante soddisfazioni, ho visto anche la mentalità di voler difendere ad ogni costo. I miei ragazzi sanno che senza sacrificio e coraggio non si va da nessuna parte. I risultati - conclude - dicono che facciamo tanti gol, ma allo stesso tempo dobbiamo migliorarci sotto altri punti di vista". 

Qui Palermo

Pergolizzi si coccola il suo tridente “da serie A” e continua a dare fiducia ai soliti tre lì davanti: Ricciardo (a secco settimana scorsa) Santana e Felici. Partirà nuovamente dalla panchina dunque il palermitano Ficarrotta. Accardi non sarà convocato, così come non prenderanno parte alla prossima spedizione rosa Corsino, Marong, Rizzo Pinna, Ferrante, Corallo e Mendola. Pochi dubbi dunque negli altri reparti del campo per il tecnico rosanero. Crivello e Lancini davanti a Pelagotti con Doda a destra e Vaccaro a sinistra. Martin e Kraja sulla mediana, con Martinelli che è l’unico in ballottaggio per via di una condizione fisica non ottimale. 

Qui Nola

Dodici punti (la metà di quelli dei rosa) e nono posto in classifica. Squadra rognosa il Nola, anche e soprattutto se si considera che i campani non perdono da quattro partite. Mister Esposito quasi sicuramente si giocherà la sua carta migliore: il 3-4-3, con il tridente offensivo composto da Chiacchio, Stoia e Guarro. 

Probabili formazioni 

NOLA (3-4-3): Capasso; Reale, Mileto, Gargiulo; Todisco, Langella, Cardone, Gaye; Chiacchio, Stoia, Guarro. All. Esposito.

PALERMO (4-3-3): Pelagotti; Peretti, Lancini, Crivello, Vaccaro; Kraja, Martin, Martinelli; Felici, Ricciardo, Santana. All. Pergolizzi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento