Palermo come i grandi club, presto un museo al Barbera: "Cimeli da svelare al mondo"

Non solo maglie, fotografie storiche e contenuti audiovisivi. Ma anche fasce da capitano, riviste, biglietti, ritagli di giornali. Il club: "Verrà realizzato con oggetti messi a disposizione da chi vive la passione rosanero sette giorni su sette, da sempre"

Curva del Palermo negli anni 80 - foto Gianni Tarantino

Fu una delle tante promesse fatte dai Tuttolomondo al popolo rosanero, a distanza di mesi (e di categorie) è pronto a realizzarlo il duo Mirri-Di Piazza: sì al museo del Palermo all'interno dello stadio Barbera. Il club avrà il suo angolo di storia, come le più grandi squadre. “Il museo - fanno sapere dalla società - verrà realizzato con oggetti messi a disposizione da chi vive la passione per il Palermo ma sette giorni su sette, da sempre”.

Responsabile di progetto e coordinatore scientifico sarà Giovanni Tarantino. “Il materiale che stiamo cercando – spiega il club sul suo sito ufficiale – riguarda maglie, fotografie storiche della squadra, ma anche del tifo organizzato, contenuti audiovisivi (partite e video, anche amatoriali, che raccontano momenti della storia del Palermo); come  ad esempio diari scolastici, figurine, disegni e oggettistica varia sul Palermo, tute, scarpe, parastinchi, fasce da capitano, guanti, sciarpe, cappelli, bandiere e adesivi, Ma anche gagliardetti, fumetti, libri, fanzine, riviste, biglietti, ritagli di giornali e quanto altro ancora possa testimoniare la passione per il Palermo attraverso la cultura materiale del tifo e del collezionismo negli anni”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’obiettivo? “La celebrazione del rosanero come tratto distintivo del Palermo nel mondo. Per mettere a disposizione il proprio materiale – chiariscono dalla società – è sufficiente scrivere all’indirizzo email museo@ssdpalermo.it, indica il tipo di materiale in possesso con delle fotografie in allegato. Così facendo – conclude il comunicato – chiunque potrà partecipare alla selezione dei cimeli che successivamente verranno esposti e svelati al resto del mondo”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopasso di via Leonardo da Vinci: "Due persone sono rimaste intrappolate in auto"

  • Violento nubifragio si abbatte su Palermo, strade allagate e città sott'acqua

  • "Aiuto, stiamo morendo": un miracolo nel fango di viale Regione, si tuffa e salva mamma e bimbo

  • Tragico nubifragio a Palermo, l'Amap: "La bomba d'acqua non era stata preannunciata"

  • Bomba d'acqua su Palermo, Orlando: "La pioggia più violenta della storia della città"

  • "Ho visto una coppia annegare", notte di ricerche dopo l'alluvione ma i corpi non si trovano

Torna su
PalermoToday è in caricamento