"Magheggi" con la Mepal, Maurizio Zamparini radiato dal tribunale Figc

La decisione arriva in merito alle irregolarità amministrative che erano costate ai rosanero la retrocessione in C

Maurizio Zamparini

Cinque anni di squalifica con preclusione a ricoprire qualsiasi ruolo in ambito federale. Il Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare presieduto da Cesare Mastrocola "cancella" l'ex presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, dalla mappa del calcio. Per lui "inibizione di cinque anni con la preclusione ex articolo 19, comma 3 del Cgs Figc vigente ratione tempori (la radiazione) a ricoprire qualunque ruolo in ambiti federali, per irregolarità contabili legate alla gestione del Palermo".

Nello specifico a Zamparini viene contestata l’operazione su Mepal, la società controllata che deteneva il marchio del Palermo, con cui avrebbe conseguito "un ingiusto profitto consistente nella rappresentazione di un patrimonio netto societario superiore a quello reale anche al fine di sottrarsi agli obblighi di ricapitalizzazione". Zamparini nel 2014 - secondo l'accusa - avrebbe riportato alla voce "partecipazioni in imprese controllate" un valore di partecipazione in Mepal di 18 milioni di euro a fronte degli effettivi 12,5 mln, con una differenza nel patrimonio netto di 5,5 milioni di euro rispetto al valore reale. Con la stessa modalità sarebbe stato "truccato" anche il bilancio 2015, con un incremento di 3,8 milioni di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento