Marsala-Palermo, le probabili formazioni alla "prima" in D: dubbio Santana, Ricciardo c'è

Domenica alle ore 15 il Palermo è chiamato a raccogliere i primi punti della stagione dilettantistica. "Serve una mentalità da Serie D", ha detto il tecnico Rosario Pergolizzi. L'argentino, "punto di riferimento", in ballottaggio con Felici

L'argentino Mario Alberto Santana

Pronti, partenza e via. Ben 32 anni dopo quell’ultima partita giocata in Serie C2 contro l’Ercolanese (finita 0-0) nell’annata post radiazione, il Palermo si appresta a giocare ancora una volta lontano dal grande calcio e dai suoi campioni. Almeno per il momento. E lo farà a Marsala, davanti a una massiccia cornice di pubblico. C’è tanta attesa per conoscere l’undici titolare dei rosa. Certamente si ripartirà dai gol di Ricciardo e dall’esperienza del palermitano Crivello. Il tecnico rosanero Rosario Pergolizzi intanto prova a suonare la carica: "Domani ci sarà bisogno di tutti, ma io ragionerò con i fatti e non con il cuore”. Ancora da sciogliere i dubbi su Santana: l’argentino sarà in campo dal primo minuto?

L’ultima volta che si giocò Marsala-Palermo in campo c’era un giovane calciatore francese di nome Patrick Evrà. Era il 1998 e in quell’occasione le due squadre si divisero la posta in palio chiudendo sul punteggio di 1-1. “Bisogna calarsi nella realtà del campionato dilettantistico”, ha spiegato Pergolizzi in conferenza stampa, perché quella che un tempo poteva essere una piacevole amichevole di pre-campionato adesso invece è diventata il primo “grande” impegno della stagione. E non sarà certamente il blasone di una piazza come quella di Palermo a far vincere le partite. "Domani - ha confessato Pergolizzi - inizierà un lungo e intenso percorso. Non ci nascondiamo, vogliamo vincere il campionato così come tutte le partite e per farlo però dovremo avere un atteggiamento 'da Serie D'. Dobbiamo prima capire e poi immergerci a 360° in quella che è la mentalità da campionato dilettantistico. Quello che vi posso garantire è che i miei ragazzi avvertono già una grande responsabilità oltre che un importante senso d’appartenenza".

Sarà un derby nel derby ma allo stadio Nino Lombardo Angotti si sentirà comunque il clima di una grande giornata di festa. Le due tifoserie sono in ottimi rapporti ma il caso ha voluto anche che la prima partita del nuovo corso si disputasse fra due presidenti palermitani che si conoscono da tantissimo tempo: da una parte Dario Mirri e dall’altra Domenico Cottone. Il ds invece è Umberto Calaiò, legato come il fratello calciatore Emanuele alla città di Palermo nonostante il caos scoppiato con l’arciere negli ultimi anni. In campo ci sarà una sfilza di giocatori palermitani, l’ultimo ad essersi unito al gruppo di mister Giannusa è stato Samuele Romeo, ribattezzato “il ministro della difesa”. Non sarà semplice per il Palermo e lo sa bene mister Pergolizzi che a Marsala ha allenato dal 2014 al 2016. "Sono sicuro - ha detto - che domani saranno le motivazioni ad avere la meglio. O almeno, così mi auguro perché sarà proprio la voglia di vincere che ci permetterà di colmare il gap sotto l’aspetto della preparazione. Ci tengo tantissimo a iniziare con il piede giusto, per me quella di domani sarà una partita particolare. A Marsala ho sempre avuto delle sensazioni positive, ma adesso devo pensare solo e soltanto al Palermo. Mi immagino di trovare una squadra abbastanza motivata, oltre che un ambiente caldo e carico".

Ma come scenderà in campo il nuovo Palermo? Il tecnico rosanero non si è sbottonato più di tanto, anche perchè molto dipenderà dalle regole imposte dalla D sull'obbligo di schierare quattro under in campo. L’agnello sacrificale in questo senso potrebbe essere Alberto Santana. Pergolizzi ha spiegato quanto l’argentino sia un punto di riferimento per questa squadra, ma nel momento in cui bisogna fare la conta degli undici titolari ci sono tante variabili da prendere in considerazione. "Ho ancora qualche dubbio su come adattare il modulo per la regola degli under - dice Pergolizzi - ma al momento ci sono solo tre 2001 e in base a questo dovremo capire la partita dall’inizio. La squadra è al 70% della condizione, mentre per il restante 30% penso che sarà decisiva la testa".

Qui Palermo 

Pochi spunti per capire realmente quale sarà l’undici titolare di Pergolizzi. Oltre al modulo (4-3-1-2) le certezze dovrebbero essere Pelagotti fra i pali, Crivello in difesa e Ricciardo in attacco. Martin, Martinelli e Langella a centrocampo con Rizzo Pinna alle spalle del duo composto da Ricciardo e uno fra Santana e Felici.  

Qui Marsala

C’è un 4-3-3 dal sapore d’impresa per il momento nella testa di mister Giannusa. Balistreri, Manfrè e Ficarotta il tridente d’attacco dei marsalesi. 

Le probabili formazioni

MARSALA (4-3-3): Russo, Scalisi, Monteleone, Montuori, Lo Iacono, Erbin, Lauria, Loorefice; Balistreri, Manfrè, Ficarotta. All. Giannusa.

PALERMO (4-3-1-2): Pelagotti; Doda, Lancini, Crivello, Bechini, Martinelli, Martin, Langella; Rizzo Pinna, Ricciardo, Felici. All. Pergolizzi. 

Ballottaggio Palermo: Felici-Santana 60%-40% 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento