Video appello di Maresca e Belotti a favore della lotta contro la Sla

In occasione della Giornata Mondiale che si celebra il 21 giugno, i due giocatori rosanero promotori di “One global Team, One Goal”, declinata in Italia con “Una squadra, un obiettivo: battere la Sla”

I calciatori del Palermo Andrea Belotti e Enzo Maresca hanno registrato un video-appello per sostenere Aisla, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, in occasione della Giornata Mondiale sulla Sla (Global Day) che si celebra il 21 giugno.

Quest’anno infatti il Global Day si propone di coinvolgere il mondo dello sport e i suoi protagonisti affinché si facciano promotori di una campagna di sensibilizzazione sui social network che ha come slogan un invito al “gioco di squadra”: “One global Team, One Goal”, declinata in Italia con “Una squadra, un obiettivo: battere la Sla”.

IL VIDEO MESSAGGIO DI BELOTTI

IL VIDEO MESSAGGIO DI MARESCA

Il Global Day è promosso a livello internazionale dalla rete di associazioni che si occupano di Sla (Internacional Alliance of Asl/Mnd Associations) di cui AISLA fa parte come unico membro italiano. Aisla sarà attiva con il suo profilo Twitter (@aislaonlus) e con la pagina Facebook, facebook.com/aisla.globalday creata per l’occasione. Su Twitter sono già attivi l’hashtag sulla campagna mondiale #globalteam e la pagina Facebook dell’iniziativa (www.facebook.com/TheIntlAlliance), oltre al sito: www.alsmndalliance.org.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento