Judo, l'impresa di Giulia: la 15enne palermitana è medaglia d’oro in Toscana

Si tratta dell'unico trionfo siciliano al Follonica Cadet European Cup, la prima tappa del World Tour. La baby cintura nera dell’Hydra Sport Villabate racconta il suo capolavoro a PalermoToday: "E’ emozionante vincere, ora sotto con le altre gare"

Palermo sul tetto d’Europa. A vincere l’unica medaglia d’oro siciliana al Follonica Cadet European Cup, la prima tappa del World Tour di judo, è Giulia Giorgi, la quindicenne cintura nera dell’Hydra Sport Villabate. Alla competizione sportiva che si è svolta lo scorso weekend in Toscana, la Giorgi ha vinto la sua prima medaglia nella nuova categoria (44 kg), dopo l’argento vinto all’inizio della scorsa estate durante i campionati europei. In gara 590 atleti, provenienti da 28 paesi di 4 continenti differenti.

Europei cadetti di judo, festeggia Villabate: medaglia d’argento a Giulia Giorgi

Giulia Giorgi, che ha 15 anni ma fa judo da quando ne aveva 4, fa il liceo scientifico ed è una giovane promessa nel mondo del judo. “La gara che si è disputata a Follonica è stata per me una gara importante - racconta a PalermoToday -. Un nuovo anno che inizia in una nuova categoria. Sono passata dai 40 ai 44 kg e questa è la prima medaglia di questo nuovo percorso. E’ emozionante vincere, ma lo è di più sapere di essere partiti con il piede giusto. Adesso mi aspettano altre gare importanti. Spero di continuare così, se non ancora meglio”.

La Giorgi è dunque già al lavoro per gli Europei, i Mondiali e gli Eyof insieme ai suoi coach. “Medaglia d’oro pesantissima per Giulia che, nonostante il cambio di categoria, si conferma regina anche nei 44 Kg nella prima tappa del World Tour Cadetti 2019 - spiegano Marco e Fabrizio Fantauzzo -. E’ stata una gara difficile che abbiamo preparato curando ogni minimo dettaglio tecnico-tattico, incontro dopo incontro. Negli ultimi istanti di una finale al cardiopalma Giulia ha messo a segno il punto della vittoria con la forza di chi non smette mai di crederci. Questo risultato è certamente frutto di un impegno costante di tutti i ragazzi dell’Hydra che, utilizzando al meglio la propria energia, organizzano le loro giornate all’insegna dello studio e del judo, ottenendo risultati eccellenti oltreché nello sport anche in ambito scolastico”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Carlo Riccardo
    Carlo Riccardo

    Coach? Povero Judo. Un tempo l'allenatore/istruttore si chiamava Sensei o Maestro. Ma forse per il jusport va bene così 

  • Brava!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Daita, col Suv contro le auto posteggiate e poi si ribalta: morto il figlio del titolare del bar Renato

  • Cronaca

    La polizia non dorme: "Le pattuglie di tutti gli otto commissariati in giro 24 ore su 24"

  • Cronaca

    "Non ha abusato della figlia", sentenza ribaltata in appello: incubo finito per un padre

  • Cronaca

    Assalto con pistola in via Sammartino, rapinata la sanitaria Vizzini

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, camion travolge auto: morto un magistrato

  • Il migliore cardiochirurgo del mondo? Lavora a Villa Sofia: "Così ha salvato una donna"

  • Giovanni e una vita tra toga, famiglia e pallone: "Magistrato di spessore, uomo serio e preparato"

  • Lacrime e silenzio per il funerale di Giovanni Romano: "Quel messaggio senza risposta di domenica notte"

  • Stroncato da un infarto mentre è in bici: morto avvocato palermitano

  • Mistero sui binari della metro, macchinista vede cadavere e ferma il treno

Torna su
PalermoToday è in caricamento