Pastore “consola” i suoi ex compagni “A battere il Palermo è stato Gava”

Il fantasista del Psg, in visita in città, ha assistito all'allenamento dei suoi ex compagni. "Palermo mi manca. Oltre il clima, di splendido c'è anche la gente che qui mi ha sempre trattato bene. Ringrazierò sempre i tifosi"

Javier Pastore

Il Palermo ha ripreso di buon mattino la preparazione, dopo i quattro “ceffoni” subiti a Siena. I rosanero, che sabato prossimo ospiteranno la capolista Milan, si sono allenati davanti agli occhi di un ex illustre: Javier Pastore, presente nel centro sportivo militare di Boccadifalco per salutare i vecchi compagni. L'argentino, passato l'estate scorsa al Paris Saint-Germain, a proposito della sfida di Siena e dell'arbitraggio discutibile di Gava, sul proprio profilo di Twitter ha scritto: "Gava batte Palermo 4-1". Poi ha aggiunto: "I ragazzi hanno dato il massimo. Coraggio, vi rifarete".

L'allenamento odierno è stato diretto dall'allenatore in seconda, l'ex stopper Mauro Di Cicco, visto che Bortolo Mutti si trova a Coverciano per partecipare alla consegna della “Panchina d'oro”. I giocatori impegnati ieri dall'inizio contro il Siena hanno svolto lavoro di scarico. Esercitazioni tecniche e partita finale in porzione ridotta del campo per il resto del gruppo. Assenti i nazionali Balzaretti e Viviano. Armin Bacinovic ed Abel Hernandez hanno iniziato questa mattina l'attività di riatletizzazione correndo a bordo campo. Terapie, invece, per Matias Silvestre. Assenti Afriyie Acquah, Federico Balzaretti, Josip Ilicic, Alexandros Tzorvas, Emiliano Viviano ed Eran Zahavi, impegnati con le rispettive nazionali.

Sono molto contento di essere qui: trascorrere un paio d'ore con i miei vecchi compagni è una grande gioia. Anche perché, quando sono andato a Parigi, non ho avuto occasione di salutarli tutti". Lo ha detto Javier Pastore, fantasista del Psg, che è tornato a Palermo per un veloce saluto i suoi ex compagni. "Io seguo sempre i rosanero - ha proseguito, in una dichiarazione diffusa dal sito ufficiale del Palermo - quando non gioco alla stessa ora: stanno procedendo bene e vedo che giocano sempre al massimo. E' questo che conta, poi nel calcio si vince e si perde. Ma io ovviamente mi auguro che continuino a vincere".

Intanto, il Psg insegue lo scudetto con Carlo Ancelotti in panchina. "Stiamo lottando - ha spiegato -, siamo sotto di un punto, rispetto al Montpellier, ed è comunque emozionante lottare per il titolo nazionale francese. E' chiaro che Palermo mi manca. Quando stai bene in un posto e poi vai via è ovvio che ti manca qualcosa, come il clima splendido e anche la gente, che qui mi ha sempre trattato bene. Saluto tutti i tifosi del Palermo e li ringrazio sempre, perché per me i due anni trascorsi con loro sono stati bellissimi. Grazie ai fan rosanero che mi hanno sempre trattato bene, io sarò sempre presente per il Palermo". (Fonte: Ansa)
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

  • Mafia, sequestrato tesoro del boss Salerno: ci sono anche tabaccheria e focacceria

  • Pallavicino, prof rimprovera alunna: la mamma si fionda a scuola e lo schiaffeggia

Torna su
PalermoToday è in caricamento