Moreo, un assist dal sapore di A: "Bello far segnare i compagni, con Nesto intesa perfetta"

Dal gol sbagliato a Pescara al passaggio decisivo per il gol del Macedone che ha mandato al tappeto il Verona. L'attaccante ammette: "Ho sofferto tanto per quell'errore". Poi suona la carica: "Restiamo concentrati e possiamo raggiungere l’obiettivo"

Stefano Moreo in azione - foto Fucarini

Tutti pazzi per Moreo. Tanta corsa, l’assist decisivo per Nestorovski, ma sopratutto una prestazione all’insegna del sacrificio. Adesso sì che l’attaccante sembrerebbe aver messo tutti d’accordo. Ma all’indomani della vittoria sul Verona, Moreo fa capire di avere ancora più fame di prima, e dunque di non volersi assolutamente adagiare: “Restiamo concentrati - ha detto - e possiamo raggiungere l’obiettivo. Ho sofferto tento dopo Pescara”.

Dopo Puscas e Nestorovski, anche Moreo finalmente sta mettendo la propria firma sulla corsa dei rosa verso la massima serie. Ieri sera infatti il Palermo si è aggrappato ai centimetri del nove. Anche se il gol è arrivato dai piedi di Nestorovski. “Sono contento - ha spiegato Moreo in sala stampa - quando riesco a mandare in porta i miei compagni di squadra. A dire il vero - confessa - non mi sono mai sentito un attaccante dai tanti gol e infatti, purtroppo, si è visto anche contro il Pescara. La cosa importante è stato fare l’assist decisivo contro il Verona e portare a casa la vittoria".

Palermo-Verona 1-0, cronaca e pagelle

Gli strafalcioni sotto porta all'Adriatico sono soltanto un lontano ricordo per Moreo. Che adesso vuole trovare una certa continuità in maglia rosa. “Dopo il gol sbagliato - ammette - ho passato qualche giorno di nervosismo, avrei dovuto fare una scelta migliore ma ero stanco e ho sbagliato. Ieri ero carico e volevo dimostrare che ci tengo e che posso dare una mano alla squadra. Sicuramente la forza che abbiamo la stiamo dimostrando con l’aggressività e avendo il supporto del pubblico a nostro favore riusciamo chiaramente a dare qualcosa in più. Lo spirito e la voglia di vincere ci sono, sia io che i miei compagni sappiamo che dobbiamo continuare così fino alla fine”.

Una certa continuità che Moreo spera di trovare proprio a Benevento, quando gli uomini di Stellone saranno chiamati ad  affrontare la squadra di Bucchi (14 aprile alle ore 21). Magari nuovamente al fianco di capitan Nestorovski. “Mi trovo molto bene con Nesto - spiega Moreo - anche perché riesce sempre a tenere impegnati almeno due difensori avversari, e io chiaramente ho più spazi per inserirmi, ci cerchiamo spesso in partita e questa credo sia una grande cosa. Adesso pensiamo solo e soltanto al Benevento, contro di loro dovremo fare una prestazione come quella di ieri sera. Sarà un match complicato e dovremo cercare - conclude - di dare ancora qualcosa di più, perché saremo senza i nostri tifosi”.

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento